Daniele Potenzoni è a Roma? Le ultime novità e l’appello delle tv

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:03

Daniele Potenzoni è scomparso a Roma ormai da più di quattro anni. Ma ora un avvistamentro riaccende le speranze.

Daniele Potenzoni è a Roma? Le ultime news sull’uomo scomparso proprio nella Capitale più di quattro anni fa alimentano le speranze della famiglia. Daniele, che soffre di autismo, era in gita con un gruppo di altri disabili lombardi. Attendevano di recarsi in udienza da Papa Francesco, ma lui lì non è mai arrivato.

Da allora, era il 10 giugno 2015, tante segnalazioni ma nessun elemento concreto per trovare Daniele. L’ultima sua immagine alla Stazione Termini di Roma, grazie alle telecamere di sorveglianza. Poi il buio anche se la famiglia, che risuiede in provincia di Milano, non ha mai smesso di cercarlo.

Così è anche per alcune delle maggiori trasmisisoni che si occupano di cronaca. E nelle ultime ore, anche alla luce delle recenti notizie sul caso, è arrivato via twitter un appello pubblico che ha riunito Rai e Mediaset. “Ci sono segnalazioni, presunti avvistamenti, lettere anonime eppure non riusciamo a riportarlo a casa. Aiutateci con un RT. Più visibilità c’è, meglio è”, si legge. Ed è accompagnato dagli hashtag #quartogrado #pomeriggio5 #chilhavisto #lavitaindiretta.

Daniele Potenzoni Roma novità appello
Daniele Potenzoni è a Roma? Le ultime novità e l’appello delle tv

Leggi anche: Daniele Potenzoni, una foto fa sperare dopo 16 mesi di silenzio

Daniele Potenzoni scomparso, un avvistamento recente riapre il caso

Ma quali sono le novità che hanno riacceso le speranze della famiglia di Daniele Potenzoni per ritrovarlo? Tutto è partito da una lettera anonima ricevuta di recente dalla redazioen di Chi l’ha visto? L’uomo, che oggi ha 41 anni, è stato collocato nei pressi del Monastero Santa Chiara a Roma in via Vitellia. Non è chiaro se passi stabilmente lì il suo tempo, ma sembra plausibile che possa essere effettivamente lui.

L’inviato della trasmissione condotta da Federica Sciarelli in effetti ha cercato di verificare la notizia. E ha scoperto che solo il giorno prima un uomo che si chiamava Daniele aveva fatto visita al monastero (dentro ci sono le suore di clausura) chiedendo un panino. A confermarlo anche una suora che non appena le è stata mostrata la foto l’ha subito chiamato Daniel, ancora prima che il giornalista glie lo chiedesse.

In queste ore ha parlato anche Francesco Potenzoni, padre del ragazzo scomparso, intervistato da ‘Il Giorno’: “Ho parlato con la suora che ha fatto la segnalazione e il suo racconto mi è sembrato più che credibile. Ha confermato che la persona che si è presentata ai cancelli è proprio il mio Daniele. Se avesse potuto immaginare tutta la storia lo avrebbe trattenuto e avrebbe subito chiamato le forze dell’ordine”.

Ora lui spera che l’autore della segnalazione anonima si faccia vivo, perché forse sa bene dove si trova Daniele ogni giorno. Quella missiva è partita da Firenze e anche se manca una firma, pare che dalle impronte sia possibile risalire a chi l’ha spedita.