Milano, bambino cade nella tromba delle scale a scuola: è grave

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:44

A Milano, un bambino di 6 anni è precipitato nella tromba delle scale. Ora è in condizioni gravissime

Stamane, intorno alle 9:45, un bambino di 6 anni è precipitato nella tromba delle scale interne della sua scuola. Questo è accaduto a Milano, in zona Niguarda, nella primaria Giovan Battista Pirelli di via Goffredo da Bussero. Il piccolo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale della zona ed è in condizioni molto gravi. Per lui un fortissimo trauma cranico, si trova in prognosi riservata. I medici lo hanno subito portato in sala operatoria per sottoporlo ad un intervento per ridurre la pressione intracranica.

Milano, bambino cade nella tromba delle scale a scuola: la ricostruzione dell’incidente

L’alunno della prima elementare, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe precipitato nel vuoto dopo aver scavalcato la ringhiera. Sul posto sono accorse due ambulanze, un’auto medica ed i carabinieri che hanno bloccato la strada su viale Suzzani per permettere l’arrivo tempestivo dell’ambulanza in ospedale. Il pm di Milano Francesco Ciardi, in vista dell’apertura di un fascicolo per lesioni colpose, ha disposto gli accertamenti sulla ringhiera e sugli altri presidi antinfortunistici della scuola.

Pressione intracranica, cos’è

Per pressione intracranica si intende la pressione all’interno del cranio e quindi nel tessuto cerebrale e nel liquido cerebrospinale. L’organismo possiede diversi meccanismi per mantenere questa pressione stabile grazie all’equilibrio tra produzione del liquido. L’ipertensione intracranica molto probabilmente causerà gravi danni. Uno degli aspetti più dannosi di un trauma cerebrale è l’instaurarsi di una pressione intracranica elevata. Essa è di solito fatale se prolungate nel tempo. Tuttavia i bambini possono tollerare pressioni elevate per periodi più lunghi. Un aumento della pressione, causate da ematomi intracranici o da edema cerebrale, possono schiacciare il tessuto cerebrale, spostare alcune strutture, contribuire all’instaurarsi di una condizione di idrocefalo, causare una ernia cerebrale e limitare l’afflusso di sangue al cervello.

Leggi anche—> Malore per Claudio Cecchetto, il dj trasportato in ospedale d’urgenza