Manifestazione Roma, intervento Live di Matteo Salvini #orgoglioitaliano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:51

Ecco l’atteso momento dell’intervento di Matteo Salvini, davanti a oltre 200.000 manifestanti in piazza San Giovanni a Roma.

Manifestazione Roma Matteo Salvini Live

Le parole di Matteo Salvini

Nel suo intervento alla manifestazione di Roma a Piazza San Giovani, Matteo Salvini ha detto: “Grazie! Vi dico GRAZIE perché date un senso a un sacrificio di tanti. Quello che rimarrà nei prossimi anni di questa incredibile piazza siete voi, vi abbraccio uno per uno. Viviamo in un momento storico in cui l’eroina dell’Italia pare essere Carola Rackete, io preferisco ricordare una grande ITALIANA ascoltando le sue parole. Vedervi da qua è un’emozione senza precedenti. Fatevi un applauso. La Raggi ha detto che sono ossessionato, è vero: sono ossessionato per il fatto che voglio una Roma più sicura e più pulita. Due incapaci che si mettono insieme non fanno un buon sindaco e un buon governatore. Aiutateci a mandare a casa Raggi e Zingaretti, il duo “Sciagura”. Due perdenti a livello nazionale non fanno un vincente. Oggi su questo palco avete visto il buongoverno del centrodestra in 10 regioni italiane”.

Continua dicendo: “Dove c’è un sindaco della Lega, di clandestini non ne arrivano più. Donne e uomini dal volto pulito, popolo contro élite. DUECENTOMILA VOLTE GRAZIE A VOI. Sono stufo che valga di più la parola di uno stupratore che la parola di un Poliziotto! Sono stati arrestati in sei a Torino pochi giorni fa perché avrebbero “Maltrattato alcuni pedofili e stupratori”. Ho piena fiducia nella libera e indipendente magistratura italiana, che avrà degli elementi sicuramente”.

E ancora: “Voltaire scriveva che il grado di civiltà di un Paese lo si giudica dalla condizione delle carceri. Io sogno un Paese dove pedofili e stupratori per tutta la vita non possono più mettere le mani addosso a una donna o un bambino. Chi sbaglia paga, per carità, anche in divisa. Ma spacciatori e stupratori non dovrebbero più mettere piedi fuori di galera perché seminano morte e dolore”.

Su Bibbiano ed il nuovo ministero:Io parlerò di #Bibbiano finché non verranno restituiti i bambini a quei papà e a a quelle mamme che non hanno colpe. Il nuovo Governo con arroganza ha cancellato il ministero per le disabilità, per farvi capire quanto tengono conto dei disabili. Ho avuto un confronto televisivo con Renzi, lui ha insultato per un’ora… Il genio incompreso, quello che ha salvato il mondo ed è al 3%. Non mi sono abbassato al suo livello anche perché sennò avrei dovuto iniziare salutando i miei genitori che erano a casa a guardarmi, incensurati”.

Ancora sulla Raggi: “Ci fanno pagare 9mila euro per la raccolta rifiuti di questa piazza. Sono convinto che lascerete questa piazza più pulita di come l’avete trovata. Vorrei che la Raggi fosse così attenta 365 giorni all’anno”.

La sua esperienza al governo: “Sono contento di aver fatto un anno di esperienza al governo perché ho dimostrato la differenza che c’è tra chiacchieroni e chi fa le cose. Abbiamo dimostrato che sull’immigrazione “VOLERE È POTERE”. MENO PARTENZE = MENO MORTI. Al governo abbiamo gente con le mani sporche di sangue. Noi al governo torneremo, e torneremo presto dalla porta principale. Senza trucchi e senza inganni”.

Dichiara: “Autonomia significa premiare il merito e mandare a casa gli incapaci. L’autonomia fa soprattutto bene ai cittadini del Sud, costretti a scappare dalla loro terra per farsi curare in altre regioni italiane. Autonomia fa rima con sovranità: voglio vivere in un Paese libero. ITALIA AGLI ITALIANI, GOVERNATA DA ITALIANI, e non dalle telefonate di Merkel e Macron. Se adesso tutti si accorgono che l’Europa va cambiata è merito vostro. Questa non è una piazza di estremisti, è una piazza di Italiani orgogliosi di essere Italiani”.

“Questa è una piazza che, se fossimo al governo, non permetterebbe lo sterminio del popolo curdo. I turchi non hanno perso il vizio di sterminare le minoranze che vivono sulla propria terra. Prima i cristiani, poi gli armeni ed ora i curdi. Follia pensare che la Turchia possa entrare in Europa. Preferisco dialogare con Russia o Israele, mai con la Turchia, ma con un regime islamico! Quelli che dicono “onestà, onestà” predicano bene ma razzolano malissimo. Si vota domenica in Umbria perché hanno arrestato assessore sanità e segretario regionale PD su denuncia dei 5 Stelle, con cui ora si sono alleati! Un abbraccio al popolo umbro che settimana prossima libererà la terra di San Francesco dall’occupazione della sinistra dopo 50 anni”.

“Ho capito che abbiamo fatto bene ad abbandonare questo Governo quando mi hanno confermato che non avremmo mai potuto abbassare le tasse e far ripartire questo Paese. Sono orgoglioso di aver restituito dignità e speranza a milioni di italiani con #Quota100, cancellando L.Fornero: una delle leggi più assurde votate dal dopo guerra. Nostalgia di quella Legge? Gli faremo passare i giorni e le notti in Parlamento”.

Sulle Olimpiadi: “Pensate alle Olimpiadi del 2026 che porteranno in Italia soldi, investimenti e giovani. Fosse stato per i 5 Stelle non ce l’avremmo mai fatta e ringrazio i governatori di Lombardia e Veneto per questa impresa. Lavoriamo per un’Italia dove vinca il merito nelle scuole e nelle università. Non solo per gli studenti, ma anche nell’assegnazione delle cattedre. E chi ha orecchie per intendere intenda”.

Dei crocifissi nelle scuole: “Sono orgoglioso da ministro di aver finanziato l’operazione “Scuole sicure” che spero il nuovo Governo non smonti. Se non ti sta bene il crocifisso negli edifici pubblici, torna da dove sei venuto. L’Italia che sognamo mette al centro valori, respetto ed educazione. Questo Governo invece ha bloccato l’iniziativa di reintrodurre l’educazione civica nelle scuole.”.

Sull’elezione diretta: “Vorrei un Paese in cui il Presidente della Repubblica venga eletto direttamente dal popolo Italiano. Abbiamo qualche mese da pazientare, questo periodo ci serve per studiare e per incontrare. Possono scappare per qualche mese dalle elezioni, ma prima o poi si vota. E al governo si torna.”.

CLICCA QUI PER SEGUIRE LA MANIFESTAZIONE