Marco Pantani, la mamma incontra lo spacciatore: “Ho pregato con lui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:58

Grazie alla trasmissione Le Iene, la mamma di Marco Pantani, Tonina, ha incontrato lo spacciatore del figlio: “Ho pregato con lui”

Marco Pantani
Marco Pantani, stasera a Le Iene l’incontro tra la madre e lo spacciatore (via Getty Images)

Questa sera su Italia 1, andrà in onda un episodio speciale della trasmissione “Le Iene”, dedicata alla misteriosa morte di Marco Pantani. Per i giudici l’ex ciclista si è suicidato, morto per overdose. Mentre dalla ricostruzione de “Le Iene”, sta avanzando l’ipotesi di un’altra verità, quella di un efferato omicidio.

Secondo la trasmissione di Italia 1, infatti, sembra quasi impossibile che Marco abbia messo sotto sopra una camera per poi ammazzarsi con diversi grammi di cocaina. Nell’episodio speciale di stasera, ci sarà un incontro tra la madre, di quello che forse rimane il ciclista italiano più famoso di sempre, e lo spacciatore del figlio. Andiamo adesso a vedere cosa ci riserverà la puntata di stasera.

Marco Pantani, stasera l’incontro tra la madre e lo spacciatore

Questa sera grazie all’inviato Alessandro De Giuseppe, Tonina Belletti, madre di Marco Pantani, incontrerà lo spacciatore del figlio, Fabio Miradossa. Prima dell’incontro, sono state lasciate delle anticipazioni sulll’intervista fatta da De Giuseppe a Tonina.

L’intervista inizia con Tonina che afferma: “Se ho perdonato Fabio Miradossa? Non dovevo farlo, perché non ho alcun sentimento contro di lui“. Poi la donna spiega quando ha incontrato per la prima volta lo spacciatore e cosa pensa di lui: “Un mese fa mi ha contattato, ha chiesto di vedermi, voleva chiedere scusa e aiutarmi, così ho accettato” – continua – “È un uomo che ha sbagliato perché spacciava anche se, con le dovute differenze, ha sbagliato anche Marco a fare ciò che ha fatto“.

Durante l’intervista, la donna ha raccontato dove si sono incontrati lei e Miradossa: “Me lo hanno portato allo Spazio Pantani. Mi sono avvicinata e gli ho sorriso. Ci siamo abbracciati. Mi ha detto che Marco lo hanno ucciso, e mi ha portato la corona del rosario appartenuta a sua madre che era morta da poco. Mentre mi parlava era in lacrime, poi ha portato quel rosario alla tomba di Marco“.

I due infatti, dopo un primo tentennamento di Miradossa, si sono recati insieme alla tomba di Marco per portargli la corona del rosario appartenuta alla madre dello spacciatore, morta da poco.

Nel tempo la donna, è arrivata anche ad escludere alcune persone dal possibile omicidio. Come ad esempio Fabio Carlino, amico di Marco e possessore di alcuni locali a Rimini. Spiega la madre che Pantani in quei giorni cercava insistentemente Cristina, fidanzata di Fabio, proprio per arrivare all’uomo. La ragazza infatti, lavorava nei locali per il fidanzato.

Inoltre Tonina sostiene la stessa tesi di Miradossa, secondo la quale per far luce si deve scavare nei giorni precedenti alla morte di Marco. La donna afferma: “Mio figlio era stato ospite qualche giorno nella casa di Milano della manager Manuela Ronchi, poi se ne era andato perché lei gridava con il marito.” – continua – “Poi prelevò 20mila euro e andò in un albergo a Milano. Dopo qualche giorno chiamò la Ronchi e disse di non avere i soldi per pagare l’hotel. Saldò il conto con il bancomat e prese un taxi per andare a Rimini che pagò in contanti 680 euro“.

Infine la madre sostiene la stessa tesi di Miradossa. Infatti per i due bisogna capire dove sono finiti quei 20mila euro, per capire chi ha ucciso Marco.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulle notizie di Cronaca, CLICCA QUI !