Iraq – Uomini mascherati sparano sui manifestanti: sono 18 i morti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:44

Tragico episodio in Iraq, dove un gruppo di uomini mascherati ha iniziato ad accendere il fuoco sui dimostranti. Al momento si contano 18 morti

Iraq
Iraq, uomini mascherati sparano sui manifestanti

Si macchiano di sanque le proteste in Iraq. Da giorni oramai alcuni iraqeni scendono in piazza per manifestare contro il governo iracheno attuale, ma fino ad ora non era successo niente di grave, fatta eccezione per qualche tafferuglio. Ieri però, alcuni uomini dal volto coperto, hanno ricoperto di sangue le proteste degli iracheni, spargendo diversi morti sulla strada.

Il terribile episodio è avvenuto nella città santa di Karbala, a sud di Baghdad. Qui questi uomini incappucciati hanno aperto il fuoco, togliendo la vita a ben 18 persone. A renderlo noto ci ha pensato un funzionario iracheno, citando alcuni testimoni.

Iraq, testimonianze e motivi della protesta

Dall’Associated Press arrivano le testimonianze di chi ha vissuto in piazza attimi di terrore. Qui i testimoni raccontano che i manifestanti si erano riuniti in una sorta di accampamento organizzato in una piazza della città. Ma poi all’improvviso sono stati travolti da ripetuti colpi di arma da fuoco, sparati da un automobile. Il testimone ai microfoni racconta che sul posto sono poi arrivati uomini con il volto coperto, vestiti di nero, che hanno continuato a sparare , sui manifestanti, provocando così diversi morti.

Le proteste dei maifestanti si sono scaturite dopo le mancate dimissioni del primo ministro Adel Abdul Mahdi. Ma queste dimissioni non sono arrivate e Mahdi nel discorso di giovedì, si è solamente limitato a ripetere le sue solite promesse.  Inoltre sempre Mahdi ha rincarato la dose, paragonando la sua storia a quella di Yousuf raccontata nel Corano, il tutto per lamentarsi del comportamento dei suoi fratelli nei suoi confronti, che prima lo hanno nominato alla sua carica e poi lo hanno abbandonato.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla Politica Estera, CLICCA QUI !