Alberto Antonello si è svegliato dopo l’incidente a Musile, chiede della sua Giulia

Alberto Antonello si è svegliato a cinque giorni dal tragico incidente nel quale è morta la fidanzata, Giulia. Le indagini proseguono.

Alberto Antonello si è svegliato dopo l’incidente stradfale nella mattinata del 1° novemnre costato la vita alla fidanzata, Giulia Zandarin. Il 19enne di Castelfranco Veneto è figlio e fratello dei protagonisti nell’ultimo film di Gabriele Salvatores. E presto potrebbe essere trasferito in un altro reparto dell’ospedale.

Come si legge in una nota ufficiale dell’ospedale “i medici segnalano che evolve sotto continuo monitoraggio il quadro clinico del giovane ricoverato da venerdì scorso nella Rianimazione dell’Ospedale dell’Angelo. Nelle ore scorse i sanitari hanno ridotto gradualmente, secondo i protocolli, la sedazione che manteneva il ragazzo in coma indotto. Il paziente è ora cosciente. I medici dell’Angelo, pur valutando come ottimale il decorso, si riservano per ora la prognosi”.

Al momento nessuno, nemmeno la sua famiglia, ha voluto rivelargli la tragica verità. Ma secondo le prime informazioni, lui al risveglio avrebbe subuito chiesto notizie della fidanzata. Alberto quella mattina, dopo una notte passata in discoteca, stava rientrando a casa. La notte prima la polizia lo aveva fermato sequestrandogli una modesta quantità di hashish. Come neopatentatl, gli era stata ritirato il permesso di guiida, ma lasciata la possibilità di fare rientro a casa. Sulla via del ritorno lo schianto, fatale per Giulia mentre lui da allora era finito in coma.

Alberto Antonello coma ncidente Musile Giulia
Alberto Antonello si è svegliato dopo l’incidente a Musile, chiede della fidanzata

Leggi anche: Franco Antonello, è ansia adesso per le condizioni del secondogenito

Alberto Antonello indagato per omicidio stradale, domani i funerali di Giulia

Al momento Alberto Antonello risulta indagato per omicidio stradale. Decisive saranno le  perizie. Nei prossimi giorni il pm incaricato, Fabrizio Celenza, conferirà l’incarico agli esperti per ricostruire cosa sia accaduto. Una delle ipotesi è che il giovane sia finito fuori strada per  un colpo di sonno. Ma bisognerà dimostrare a quale velocità andasse la sua auto. E comunque nel suo sangue è stato rivelato un tasso alcolemico pari a 0,76 grammi per litro. Per un neopatentato invece dovrebbe essere pari a zero.

Domani intanto, 6 novembre, sono in programma  i funerali di Giulia celebrati del Duomo di Castelfranco Veneto alle 10.30. Due famigflie che si sonoscevamo bene e che sono anche molto conoscviute nella zona. Entrambe toccate da un dramma profondo, anche se con risvolti diversi.