Liliana Segre sotto scorta dopo le minacce dei gruppi di estrema destra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:21

E’ stata concessa la scorta a Liliana Segre. La senatrice dopo le dichiarazioni contro il razzismo, ha subito continue minacce dai gruppi di estrema destra

Liliana Segre
Liliana Segre al Festival del Cinema di Venezia (via Getty Images)

Dopo le minacce via web e lo striscione esposto dagli esponenti di Forza Nuova nel corso di un appuntamento pubblico a cui partecipava a Milano, è stata concessa la scorta a Liliana Segre. La senatrice a vita, ex deportata ad Auschwitz, da oggi avrà due carabinieri che l’accompagneranno in ogni spostamento. A disporre il provvedimento, ci ha pensato il prefetto Renato Saccone.

Liliana Segre, la decisione della Procura di Milano

Come spiegano i quotidiani, la decisione è stata presa mentre si svolgeva nella giornata di ieri, il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza. Inoltre la Procura di Milano, ha aperto un’inchiesta allo stato contro gli ignoti, per gli insulti e le minacce subite dalla senatrice via Web. Si occuperà dell’inchiesta il Dipartimento antiterrorismo.

La nostra penisola sta vivendo un periodo confuso dal punto di vista storico-politico. In quest ultimo anno, i cittadini che contestano civilmente dal proprio balcone vengono censurati. Mentre chi inneggia all’odio volendo riportare ai fasti d’un tempo ideologie datate, viene anche difeso, riuscendo addirittura a confondere ironia e razzismo.

In pochi giorni si è passati dal razzismo verso Balotelli, a quello verso la Segre, due episodi che denotano il continuo regresso di un’Italia smarrita, in cerca di identità e che soffre terribilmente la mancanza di leader, pronti a riportare gli italiani sul binario della civiltà.

Intanto arrivano parole di supporto per la Segre, da Ernesto Magorno, senatore di Italia Viva. Infatti Magorno ha affermato: “La notizia della scorta alla senatrice Liliana Segre deve farci riflettere. Liliana Segre è un patrimonio dell’Italia va ringraziata per tutto quello che fa per costruire un Paese migliore. L’odio non avrà mai la meglio. Siamo tutti con lei“.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulla situazione Politica Italiana, CLICCA QUI !