Bolivia, Morales cede alle proteste: c’è l’annuncio di nuove elezioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:28

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, cede alle proteste e annuncia nuove elezioni

Gruppi organizzati hanno fatto irruzione negli studi di Bolivia Tv e Red patria Nueva, costringendo i giornalisti presenti ad abbandonare il posto di lavoro. La tensione è cresciuta dopo le elezioni dello scorso 20 ottobre, quando Evo Morales è salito al potere per una vittoria comunque contestata dall’opposizione. Ora, il presidente Morales, ha deciso di cedere a questo tentativo di colpo di stato annunciando nuove elezioni presidenziali. “Nuove elezioni permetteranno al popolo boliviano di eleggere democraticamente nuove autorità” ed ha aggiunto di voler cambiare anche i membri del Tribunale elettorale supremo (Tse).

Morales ha poi precisato che “nelle prossime ore” il Parlamento stabilirà le procedure per rinnovare l’insieme dei membri del Tse in accordo con le altre forze politiche. L’Organizzazione degli Stati Americani, poco prima che parlasse Morales, aveva chiesto in un comunicato di annullare il primo turno delle presidenziali “a causa della gravità delle denunce e delle analisi relative al processo elettorale” e di indire una nuova consultazione non appena ci fossero state le condizioni, tra cui un nuovo organismo elettorale.

Bolivia Morales
Bolivia Morales

Caos in Bolivia, l’invito di Papa Francesco

Durante l’Angelus di oggi, anche Papa Francesco ha parlato di quanto sta accadendo in Bolivia. “Desidero affidare alle vostre preghiere anche la situazione dell’amata Bolivia. Invito tutti i boliviani, in particolare gli attori politici e sociali, ad attendere con spirito costruttivo, e senza alcune previe condizioni, in un clima di pace e serenità, i risultati del processo di revisione delle elezioni, che è attualmente in corso. L’amata Bolivia, vicina alla mia patria”. Inoltre ha invitato i boliviani “ad attendere con spirito costruttivo, e senza alcune previe condizioni, in un clima di pace e serenità, i risultati del processo di revisione delle elezioni, che è attualmente in corso”.

Leggi anche—> Caos in Bolivia, Morales: “Colpo di Stato”. La polizia si ammutina, morti e feriti