Italia, Bonucci: “Parleremo con Ronaldo dopo la sosta”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:57

Italia Bonucci ha parlato della sua convocazione in Nazionale e del futuro della squadra azzurra. Man mano il veterano difensore della Juventus si sta confermando come uno dei migliori centrali in circolazione. 

Bonucci resta alla Juventus
Bonucci con la Nazionale (via Getty Images)

Italia Bonucci ha parlato in conferenza stampa. Il veterano difensore centrale della Juventus sta facendo davvero molto bene e questo ha convinto il CT della nazionale all’ennesima convocazione. Per il calciatore molte presenze in Serie A, dove sta trovando una continuità a dir poco invidiabile. Non solo un minutaggio da far impallidire i più, ma anche delle prestazioni da fuoriclasse assoluto, che lo stanno facendo diventare una vera e propria bandiera. L’ex Bari ha costruito una vera e propria diga davanti a Szczesny. Proprio del suo momento ma anche di Cristiano Ronaldo ha parlato in conferenza stampa. Di seguito le sue dichiarazioni.

Italia, Bonucci: “Parleremo con Ronaldo al rientro”

“Le 94 presenze? È un traguardo importante per me, ma sono già carico per raggiungere Zambrotta a quota 98. E poi l’importante è dimostrare contro la Bosnia che l’Italia interpreta tutte le partite allo stesso modo. Certo, servirà voglia e sacrificio per dimostrare di voler proseguire sulla strada intrapresa col ct Mancini e che ha riportato l’entusiasmo negli italiani. 

Italia? Con Mancini è cambiato tanto il mister ma anche il presidente federale, che hanno portato una ventata di aria nuova. Mancini è stato bravissimo a farci sentire una squadra forte come non ci eravamo più sentiti dopo la mancata qualificazioni al Mondiale. Anche grazie a una nuova filosofia: qui la prima difesa è l’attacco e in Italia e in Nazionale si era visto poco prima dell’arrivo di Mancini. 

Bosnia e Dzeko? Un grandissimo a livello internazionale, non solo per la Bosnia. Ha fatto benissimo in tanti campionati diversi in cui ha giocato, ha forza fisica, tecnica, è cattivo sotto porta e a me piace moltissimo. Ma abbiamo studiato la partita d’andata, dove soffrimmo, e ora sappiamo come fare meglio. 

Ronaldo? Ci sarà tempo per affrontare la questione, quando torneremo tutti a Torino avremo modo di parlare. Ci sono ancora tante partite da giocare, Cristiano avrà tante possibilità per fare anche meglio che in passato, raggiungere altri traguardi personali e per la Juventus”.

LEGGI ANCHE —> Lazio – Blitz delle forze dell’ordine contro gli ultrà biancocelesti