Twitter lancia la nuova policy, in arrivo segnalazioni ai video “deepfake”

Arrivano provvedimenti da parte di Twitter sui video “deepfake”. Il social network lancia la nuova policy, con rafforzamento sulle segnalazioni

Twitter
Twitter lancia le segnalazioni ai video “deepfake” (via WebSource)

Twitter guarda al futuro ed è pronto a fidelizzare con i propri utenti. Il social network di Jack Dorsey, per evitare la diffusione di fake news, è pronto ad avvertire gli utenti se stanno guardando un video finto, e con poca veridicità.

Il provvedimento arriverà con la nuova policy, con il social pronto ad avvertire gli utenti se stanno guardando o condividendo video, audio o foto “manipolati”. L’obiettivo principale della nuova policy sono i video “deepfake”, che saranno segnalati ma non rimossi dal sito.

Twitter, i dettagli della nuova policy

La proposta è arrivata con la prima bozza della nuova policy, pubblicata dal social sul proprio blog.

Come abbiamo anticipato, l’obiettivo sarà quello di evitare la diffusione dei cosìdetti video “deepfake”. Questi video sono dei falsi resi indistinguibili dagli originali, grazie all’intelligenza artificiale. Per questo motivo, sono considerati un pericolo, specie se vengono utilizzati come mezzo per diffondere fake news.

Spesso questi video vengono diffusi soprattutto durante il periodo delle elezioni, e sono utilizzati per diffondere false informazioni sui politici.

Sulla nuova policy, Twitter ha permesso agli utenti di commentare la bozza fino al 27 novembre, in modo da attuare eventuali  modifiche alla prima bozza. Il social dovrebbe, quasi certamente, inserire una nota ogni volta che viene pubblicato un video deep fake, per avvertire gli utenti che stanno retweettando quella notizia.

La rimozione dei video sarà prevista solamente se contengono contenuti minacciosi per l’incolumità fisica di qualcuno o se possono portare a ‘danni gravi’.

Nel comunicato del social, infatti si legge: “Se si rivolge a Twitter per capire cosa succede nel mondo, vogliamo che l’utente abbia un’idea del contesto del contenuto che sta vedendo. Tentativi deliberati di fuorviare o confondere le persone con media manipolati mettono a rischio l’integrità della conversazione“.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie di Cronaca, CLICCA QUI !