Battipaglia, fulmine su un campo da calcio: due giovani calciatori feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:01

Battipaglia, fulmine su un campo da calcio: due 15enni  sono rimasti leggermente feriti. Tanto spavento ma nessuna conseguenza.

Battipaglia, fulmine su un campo da calcio: tanto spavento ma nessun danno fisico per due giovani calciatori che hanno rischiato grosso. Un evento tanto improvviso quanto imprevedibile ha rovinato la domenica del campionato regionale Under 16. In campo il Battipaglia Calcio e la Pasquale Foggia Academy.

Le due squadre stavano rientrando in campo allo stadio ‘Luigi Pastena’ della cittadina in provincia di Salerno. All’improvviso un fulmine si è abbattuto sul terreno di gioco, provocando un’onda d’urto impressionante. La scarica elettrica si sarebbe abbattuta sul rettangolo di gioco a circa 15 metri di distanza dai ragazzi  provocando la caduta di alcuni ragazzi.

Ad essere sfiorati sono stati in tre: un ragazzino si è rialzato subito, ma altri due invece sono rimasti intontiti sul terreno. Subito sono stati trasferiti all’ospedale “Santa Maria della Speranza” di Battipaglia per alcuni accertamenti, mentre la partita è stata ovviamente sospesa.

Battipaglia fulmine  campo da calcio
Battipaglia, fulmine su un campo da calcio: due ragazzi feriti ma stanno bene (Getty images)

Leggi anche: Trentino, atleta norvegese uccisa da un fulmine durante una gara

Fulmine su un campo da calcio a Battipaglia, i calciatori stanno meglio

Dopo i primi momenti di terrore e la corsa con le ambulanze, in realtà genitori e tecnici hanno potuto tirare un sospiro di sollievo. La buona notizia è arrivata con un post ufficiale sulla pagina del Battipaglia: “Il fulmine fortunatamente non ha colpito nessuno, ma due ragazzi che erano nelle vicinanze sono stati interessati cadendo a terra. Adesso sono ancora in ospedale sotto osservazione, ma sono fuori pericolo”.

A raccontare quei momenti, sempre via social, uno dei genitori direttamente interessati. Ha spiegato che stavano solo aspettando il fischio d’inizio e hanno sentirto quel rumore sordo. Poi i ragazzi sbattuti a terra, il panico, nessuno capiva cosa fisse successo. Un rtagazzo ha rischiato di soffocare, con la lingua che gli era rimasta bloccata in gol. Poi la corsa in ospedale, la speranza che fosse solo un grabde spavento. E finalmente il sollievo. “Grazie a Dio, ora stanno bene.. ma potete solo immaginare la paura che ho avuto stamattina”.