Siena, si suicida a 35 anni: il compagno l’aveva lasciata

Terrificante gesto a Siena, donna di 35 si suicida buttandosi da 88 metri d’altezza

Terribile gesto al centro della città toscana di Siena. In pieno centro, a Piazza del Campo, nota per essere il luogo del palio, una donna di 35 anni si è suicidata. Madre di due figli, la donna ha cominciato la rampicata sulla Torre del Mangia – simbolo di Siena – attorno alle 12. Subito dopo il tragico accaduto, la donna si è lanciata nel vuoto da 88 metri d’altezza. Sul posto sono successivamente intervenuti i soccorsi che non hanno potuto nulla. Ambulanza, carabinieri e persino guardia di finanza ad accertarsi del decesso ed investigare su quanto accaduto.

Secondo le prime indagini la donna avrebbe lasciato un biglietto prima di lanciarsi dalla nota attrazione turistica, dove avrebbe spiegato i motivi del gesto. La motivazione sarebbe stata la separazione dal compagno che ha deciso di lasciarla. Increduli e sotto shock le centinaia di persone che hanno assistito alla scena e che visitavano la Torre del Mangia quest’oggi.

LEGGI ANCHE: Bologna, Mihajlovic sottoposto al trapianto di midollo: il bollettino dell’ospedale

Siena, un’altra donna tentò il suicidio nel 2012

Una donna ha provato il suicidio durante la messa in vendita in tribunale a Siena della casa che le era stata tolta, visto che non poteva più far fronte ai debiti. La sfortunata protagonista di questa vicenda si chiama Sandra Pelosi, ed è una ormai ex imprenditrice che nel settembre del 2010 vide cambiare in peggio la propria vita a causa di un grave incidente che la rese invalida. Con sua amara sorpresa, l’assicurazione con la quale si era tutelata le aveva negato il risarcimento per quanto avvenuto, e così non era più stato possibile far fronte ad un mutuo di mezzo milione di euro che gravava sulla sua impresa.

Con tempo la Pelosi ha perso tutto quello che aveva, le rimaneva soltanto la sua abitazione in centro a Siena, che era appartenuta ai suoi genitori. Ma le banche si sono portate via anche quella, acquistata da una persona per 230mila euro.