Cimeli di Hitler all’asta, libanese li compra e li dona agli ebrei

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:50

Cimeli Hitler regalati agli ebrei. Un’asta davvero interessante e fuori dal comune quello che da poco si è conclusa, con un’offerta incredibile ed un finale davvero pazzesco. 

Asta cimeli Hitler
Asta cimeli Hitler (via Getty)

Cimeli Hitler regalati agli ebrei. La nostra storia è irrimediabilmente legata a quella del Novecento. In particolare la prima metà dello scorso secolo ha dato forma al nostro modo di vedere le cose e di lottare per qualcosa. La seconda guerra mondiale, le ideologie dei partiti di massa e gli effetti delle battaglie ancora oggi echeggiano nella nostra vita quotidiana. E così in tutta Europa tornano inevitabilmente di moda le idee di estrema destra, fasciste quando non naziste. Le tensioni salgono, il razzismo e la lotta al diverso torna ad essere un divisore sociale. Proprio in quest’ottica si è svolta un’asta a dir poco fuori dal comune a Monaco di Baviera. Sul tavolo per le offerte dei cimeli e degli oggetti personali appartenuti al cancelliere tedesco Adolf Hitler.

Cimeli di Hitler all’asta, libanese li compra e li dona agli ebrei

Le offerte sono fioccate ma alla fine, ad appropriarsi del cimelio storico è stato Abdallah Shatila. Un ricco imprenditore libanese ma residente in svizzera ha battuto tutta la concorrenza con un’offerta a dir poco eclatante. Per lui ben 500mila euro messi sul piatto in cambio dei cimeli del dittatore. Una volta chiusasi l’asta e ricevuti i cimeli, l’uomo ha poi preso una decisione davvero inaspettata. Ha donato quanto appena pagato all’istituzione ebraica Keren ha-Yesod, affinché ne faccia l’uso più opportuno. Shatila ha spiegato di aver agito “spinto da un senso di umanità”, riporta Ansa. La sua iniziativa ha commosso il rabbino Menachem Margolin, presidente della associazione dei rabbini europei, che nei giorni scorsi aveva lanciato un appello in extremis per impedire lo svolgimento dell’asta. “Il suo è stato un gesto nobile e commovente. Il nostro apprezzamento verso di lui non conosce limiti”. Oggi tutti i giornali in Israele hanno aperto con la notizie di questo gesto eroico di un uomo che ha impedito che tali cimeli finissero in mani sbagliate, magari ad un gruppo di estrema destra.

LEGGI ANCHE —> Cile dopo ‘El Mimo’ uccisa una fotografa: ma emerge una verità diversa