Ex senatore e deputato europeo socialista morto di Coronavirus

Coronavirus: Henri Weber, ex senatore del Partito socialista e figura di spicco del Maggio 1968 in Francia, è morto a 75 anni.

(screenshot video)

L’ex senatore socialista e deputato europeo Henri Weber, è morto all’età di 75 anni domenica del coronavirus, la sua famiglia ha annunciato all’AFP. Era stato una delle figure tutelari del 68 maggio. Figlio di ebrei polacchi nato il 23 giugno 1944 a Leninabad in URSS (oggi Khodjent in Tagikistan), Henri Weber è deceduto ad Avignone, dove risiedeva. Lascia moglie Fabienne Servan-Schreiber e i figli. Figura di spicco del trotskismo, si è unito al PS negli anni 80.

Leggi anche –> Coronavirus, verso Fase 2: “Nuovo stop sarebbe un disastro”

Cordoglio per la morte del politico francese Henri Weber

Ha scritto l’ex presidente François Hollande in un omaggio a “un caro amico” che l’ex parlamentare socialista “era una figura alta e bella a sinistra. Ha aggiunto alla sua erudizione una chiarezza di analisi, un gusto per l’azione e una freschezza militante con un umorismo gioioso che ha incantato anche i suoi avversari”. Il Partito Socialista francese, per bocca dei suoi principali esponenti, lo ricorda come una figura di spicco, “uno spirito incisivo”, il quale “conosceva la storia, fin nei minimi dettagli”.

Su Twitter, il partito scrive: “Perdiamo un attivista. Perdiamo un teorico. Stiamo perdendo un europeo. Perdiamo un combattente. Perdiamo un amico. Ciao compagno”. Accademico, dottore e insegnante di filosofia politica, Henri Weber è uno dei fondatori della Rivoluzionaria Lega Comunista (LCR) nel 1969, dopo essere stato membro della Gioventù Comunista e aver creato, insieme ad Alain Krivine, la Gioventù Comunista rivoluzionari nel 1965. Emerse durante le manifestazioni del maggio 1968, diventando uno dei volti della protesta, ma anche uno dei suoi teorici. In seguito ha pubblicato diversi libri sugli eventi, ma anche riflessioni a sinistra.

Leggi anche –> Messina: giovane di 29 anni morto a causa del Coronavirus