La nuova “arma” dei vigili urbani: Eagle Eye, il “radar” che la fa pagare cara ai trasgressori

I controlli nel capoluogo lombardo vengono rafforzati: gli automobilisti che non hanno provveduto a mettersi in regola andranno in contro a sanzioni molto salate.

Tempi duri per gli automobilisti di Milano: la Polizia Municipale del capoluogo lombardo infatti ha deciso di mettere in atto controlli ancora più severi per verificare la regolarità di alcuni dettagli.

Polizia municipale-2
Polizia Municipale (Facebook)

Gli agenti sono intenzionati ad assicurarsi che ogni veicolo fermato per un controllo sia in regola con tutte le pratiche da volgere presso la Motorizzazione.

Bollo, assicurazione, revisione, immatricolazione...tutto deve essere ovviamente a norma. Ma solitamente, per un controllo simile su di un’autovettura si possono perdere tanti minuti preziosi.

Gli agenti milanesi adesso hanno a disposizione un semplice quanto efficiente strumento che permetterà loro di ridurre al minimo il tempo impiegato per controllare le automobili.

Il nome di questo strumento sembra uscito da un film di spionaggio americano: vi presentiamo l’Eagle Eye.

Ti potrebbe anche interessare -> Mario Draghi, la svolta sul bollo auto 

L’incubo degli automobilisti si chiama Eagle Eye

L’Eagle Eye è un piccolo strumento elettronico, molto simile ad una piccola telecamera o ad un faretto per illuminare la strada di notte.

Controllo
Un posto di blocco della Municipale (Facebook)

Ti potrebbe interessare anche -> I Vigili protestano contro Virginia Raggi

Lo strumento è collegato direttamente con il database della Motorizzazione locale: questo significa che con un click, gli agenti sapranno immediatamente vita, morte e miracoli dell’auto e del suo guidatore.

Un’innovazione che dovrebbe sveltire i controlli e permettere un miglior controllo della situazione fiscale delle milioni di automobili che circolano a Milano e dintorni.

I Vigili promettono multe fino ad 866 Euro per chi non dovesse aver completato revisione o pagato l’assicurazione: inoltre, nel secondo caso, si può arrivare al sequestro amministrativo della vettura.

Ti potrebbe interessare anche -> Un’intera famiglia rischia la vita a Napoli – VIDEO 

L’unico limite dello strumento è il numero: solo tre pattuglie per il momento sono dotate di Eagle Eye. Difficilmente tre vigili, nonostante il loro impegno, potranno monitorare milioni di automobili al giorno.

In ogni caso, si tratta di un’importante rivoluzione nel metodo per effettuare i controlli in automobile da parte della Polizia Municipale.