I Pooh: dopo l’ultimo tragico evento, i giorni bui non sono ancora finiti

Il 2021 è l’annus horribilis dello spettacolo italiano, tanti sono i lutti che hanno privato il pubblico di grandi protagonisti. Ma è la musica che ha pagato il prezzo più alto.

Non si è ancora spenta l’eco dell’ultima tragedia che ha colpito uno dei protagonisti della musica italiana. E’ infatti di qualche giorno fa la notizia della morte della moglie di Dodi Battaglia, il chitarrista dei Pooh.

Dodi e Paola
Dodi e Paola (Instagram)

Il post con il quale Dodi ha comunicato la sua perdita è straziante, recita infatti: “Se ne è andata una bella persona, per bene, con una grande anima.
Ho conosciuto tante persone nella mia vita, ma Paola era straordinaria e bellissima, tant’è vero che le ho chiesto di diventare mia moglie.
Abbiamo passato insieme ventuno anni, i primi cinque io e lei soli, poi è nata la nostra Sofi. Abbiamo vissuto insieme un sogno fantastico che è durato altri cinque anni nella nostra casa in campagna.
Poi… la malattia. Quella maledetta malattia contro la quale Paola ha lottato per dieci anni con forza e positività, sempre con il sorriso sulle labbra e sempre pronta ad aiutare gli altri.
Lo stesso sorriso che ha avuto fino alla fine, quella fine che ha affrontato con dignità.
Ho passato gli ultimi giorni della sua vita abbracciato a lei, baciandola e parlandole dolcemente.
Le ho chiesto perdono se a volte ho commesso degli errori. Mi ha perdonato e mi ha stretto a sé in un abbraccio, dicendomi «Ti voglio bene!».
Ringrazio Dio per avermi dato una donna così brava e bella, che ha saputo essere stupenda madre per nostra figlia.
Paola: guarda da lassù Sofi e me… Proteggici!

Sarai per sempre nel nostro cuore.”

Leggi anche -> Festival di Sanremo 2021, Ibrahimovic contro Amadeus: senza di lui sarebbe stato un flop

I suoi ex compagni di band si sono stretti a lui nel dolore. Roby Facchinetti ha scritto: “Profondamente addolorati, ci sentiamo vicinissimi a Dodi e alla figlia Sofia in questo dolorosissimo momento per la prematura scomparsa della loro amata Paola. Cara Paola, che tu possa riposare in pace e in serenità eterna. Roby, Giovanna e figli”

Red Canzian ha espresso così la sua vicinanza all’amico di una vita:  “Ciao Paola, il nostro dolore è grande, davvero grande, e preghiamo affinché sia dolce il tuo viaggio. Ti arrivi, Paola cara, il nostro abbraccio più sincero. Tutti stretti attorno a Sofia e Dodi in questo momento così brutto. Red, Bea, Chiara e Phil”

Leggi anche -> Loretta Goggi, la malattia che ha colpito la sua famiglia

Il primo grande lutto

Ma il primo colpo durissimo i Pooh lo avevano avuto a novembre dell’anno scorso quando era venuto a mancare il batterista Stefano D’Orazio, già malato di leucemia, il covid gli fu fatale.  Nel 2009 Stefano aveva lasciato il gruppo per dedicarsi alla scrittura di opere musicali. Suoi sono i testi per le canzoni dei musical in versione italiana  Aladin, Pinocchio, W Zorro, Cercasi Cenerentola, Mamma Mia. L’ultima volta insieme  fu nel 2016, in occasione del concerto per celebrare i 50 anni della band.

Stefano e Tiziana in un'immagine felice
Stefano e Tiziana in un’immagine felice (Instagram)

Tiziana Giardoni, la vedova di Stefano, non ha superato il dolore per la morte prematura del marito che definisce “un grande uomo, un uomo amato” e in certi momenti la sofferenza aumenta perché i ricordi danno la dimensione della perdita.

Leggi anche -> Roby Facchinetti: il tremendo lutto prematuro che ha sconvolto tutta la famiglia

In occasione del compleanno Tiziana ha pubblicato un post struggente in ricordo del suo Stefano: “Oggi mi avresti mandato dei fiori e mi avresti scritto un biglietto con le parole belle che solo il genio e la tua poesia poteva regalarmi .. io sarei andata in cerca del regalo improbabile che non avresti voluto e la sera a cena io e te da soli mano nella mano (come dicevi tu)!! .. oggi non ce l’ho fatta amore mio ho pianto e continuo a farlo ogni volta che un pensiero o un ricordo del passato sfiora la mia mente .. sorrido ogni volta che mi vengono in mente le tue battute e i tuoi aneddoti di vita divertenti che tanto amavi raccontarmi.. ho lasciato scorrere il tempo per capire se proprio il tempo e SOLO LUI poteva alleviare un dolore così forte e intenso .. ma di fronte a queste giornate il tempo nulla può !! .. e allora mi aggrappo a te al nostro amore .. ai ricordi .. al passato .. a tutto quello che posso perché il nostro tempo scorra ancora oltre il limite terreno.
Ti amo amore mio grande oggi come ieri e domani ancora di più!”.

Il post del compleanno
Il post del compleanno (Instagram)

Leggi anche -> 11/9/2001. Il mondo sconvolto in due ore. Da allora nulla fu più come prima

Certi amori sono destinati a non finire. Come diceva Emily Dickinson: “…Chi è amato non conosce morte, perché l’amore è immortalità, o meglio, è sostanza divina.