Katia Ricciarelli: ecco perché doveva essere espulsa dalla “casa”. L’insulto omofobo

Al Grande Fratello Vip è arrivata la prima frase omofoba da parte di un concorrente. A pronunciarla Katia Ricciarelli nei confronti di Alex Belli. 

I concorrenti del Grande Fratello Vip, nel corso di tutte le edizioni, ci hanno ormai abituato a farci sentire con sempre più continuità termini omofobi e offensivi. E anche in questa sesta edizione, cominciata da neanche una settimana, ecco arrivare la prima frase da mettere sotto i riflettori della produzione del programma. E a pronunciarla è stata Katia Riccirelli.

Katia Ricciarelli
Katia Ricciarelli (GF Vip)

La soprano e attrice, parlando con Alex Belli all’interno della casa più spiata d’Italia, ha commentato il look dell’attore parmigiano utilizzando un parola discriminatoria: “Sembri un po’ ricch***e”, la frase pronunciata da Katia Ricciarelli che ha scatenato l’ira del web che ne ha subito chiesto la squalifica dal Grande Fratello Vip. Va però ricordato che quasi mai la produzione del programma ha preso misura drastica per casi simili o anche più gravi.

Leggi anche >>> Elodie: il passato buio e la dipendenza dalla droga | “Avevo troppa libertà, ho sbagliato tutto”

Grande Fratello Vip, frase omofoba di Katia Ricciarelli: poi sbotta per uno scherzo

Ma la cronaca dei primi di giorni di Katia Ricciarelli in questi primi giorni nella casa non è finita qui. L’attrice è stata anche vittima di uno scherzo a opera di Soleil Sorge e delle tre sorelle Jessica, Lulù e Clarissa. Le ragazze hanno fatto credere di aver parlato in confessionale con gli autori del programma, che le avrebbero rivelato che un uomo sarebbe stato squalificato dalla casa per aver utilizzato frase offensive sulle donne.

Katia Ricciarelli
Katia Ricciarelli (Getty Images)

Leggi anche >>> Manuela Arcuri e il “matrimonio” lontano dai riflettori con l’imprenditore “segreto”

Rivelata poi la realtà scherzosa della notizia a tutti gli inquilini del Grande Fratello VipKatia Ricciarelli ha sbottato andando su tutte le furie: “Non ci sto zitta. La mia personalità è questa. Gli scherzi di questo tipo non mi piacciono, basta. Me ne vado a letto, lasciatemi. Sono delle buffonate orrende e io non ci sto. Queste cose non mi stanno bene! Non siamo qui per dire che questi scherzi sciocchi vanno fatti. Siamo qua per star bene e divertirci. Io non sono qui nemmeno per vincere. Sono qui per stare bene con voi e se non sto bene io prendo e me ne vado a casa. Io ho la parola e ho la lingua e ho l’onestà di dirlo: questi scherzi non vanno mai fatti. Fateli tra di voi, ma non mescolate gli altri”.