Ricordate lo Hobbit? La Terra di Mezzo esiste e non è così distante, si trova in Italia

La Contea dove vivono gli hobbit non è solo il frutto dell’immaginazione di Tolkien, esiste davvero ed è qui, in Italia.

Ognuno di noi ha per una volta pensato di rendere reale una fiaba, una storia fanstastica, ed è quello che è successo a Nicolas Gentile, solo che lui ha avuto la forza di farlo diventare realtà.

Nicolas Gentile è nato 37 anni fa in Abruzzo e sta costruendo a Bucchianico, poco distante da Chieti, una vera contea Hobbit. Grande appassionato della saga del Signore degli Anelli, ha cominciato a creare eventi a tema. Ad un certo punto ha deciso di creare qualcosa di più.

Leggi anche –> Il borgo medievale italiano dove le case costano 1 euro, ha stregato gli americani della CNN

Dichiara infatti:  La nostra famiglia è nata 12 anni fa. E per tanti anni, nonostante il grande Amore che ci univa, sentivamo che non eravamo fatti per questo mondo odierno. Per questo motivo abbiamo deciso di vivere come Hobbit: semplici, gioiosi e mangioni, vivremo la vita con magia! E tutti saranno invitati al nostro tavolo o davanti al nostro camino!

Non è stato facile per il novello Bilbo Baggins, però. Lui e la sua famiglia hanno cominciato organizzando il “Tolkien Reading Day” il 25 Marzo, giorno  della caduta di Sauron. Pian piano gli appassionati aumentano.

Nicolas  arricchisce l’evento organizzando anche concerti di musica dal vivo medievale. Ricorda infatti: “Una volta feci venire i Myrddin, un gruppo di musica celtica di Savona di cui mi sono innamorato tantissimo all’Hobbiton a San Daniele del Friuli nel 2004, innamorandomi anche dell’idea di fare eventi a tema tolkieniano”. Il punto è che tutto viene pagato da Nicolas. 

la famiglia Hobbit di Nicolas Gentile
la famiglia Hobbit di Nicolas Gentile (Instagram)

Essendo pasticcere, il nostro hobbit approfitta degli eventi per promuovere la sua attivita: “C’erano, per esempio, un menù elfico, più vegetariano, e un menù nanico, a base di carne, tuberi e altre cose. Ma, avendo il problema di non avere nessun aiuto, soprattutto da parte delle istituzioni, che ci facevano pagare pure l’aria per questi eventi, abbiamo detto uniamo l’utile al dilettevole e abbiamo acquistato questo terreno a Bucchianico, e abbiamo costruito questa casetta hobbit, piccolina, effettivamente, e una settimana dopo abbiamo organizzato “Buon Compleanno Bilbo”. Tutti erano vestiti da hobbit, c’era questo dresscode…. io facevo io Bilbo, facevo un po’ da anfitrione… Insieme al biglietto davamo bevande e cibo illimitato, ma per conquistarsi alcune pietanze e altre cose si dovevano sfidare con le altre famiglie a giochi proprio agricoli, semplici, con sotto la musica celtica così… da taverna.”

il popolo degli Hobbit
il popolo degli Hobbit (Instagram)

Ma l’obiettivo di Nicolas è molto più ambizioso: “Mi è capitato di presentare questo progetto, articolato nel dettaglio, per ricevere dei fondi e finanziare il progetto ma mi è stato risposto che non era interessante”.

Ma il nostro pasticcere Hobbit non si arrende, da bravo e testardo abitante della Terra di Mezzo ha deciso che: “A settembre lancerò il crowdfunding per la costruzione della Contea Gentile, per la burocrazia verrà inquadrato come una sorta di agriturismo fantasy, ma a me non interessa più di tanto il risvolto economico di questo villaggio. Mi interessa che le persone vivano bene l’esperienza della vita hobbit, magari apprezzando di più anche le risorse che può offrire una regione come l’Abruzzo”.

Leggi anche –> Antonino Cannavacciuolo apre le porte del “gourmet” a tutti: ecco quanto si spende nel…

Il suo tesssssoro è vicino, bastano solo 100.000 euro. Chi offre di più?