Sapete chi si cela dietro il Gabibbo di Striscia la Notizia? la rivelazione è sconvolgente

Il Gabibbo è “Striscia la notizia” e “Striscia la notizia” è il Gabibbo. Il pupazzo rosso è stato il primo inviato della storica trasmissione ideata da Antonio Ricci.

Uno dei personaggi storici della fortunata trasmissione televisiva “Striscia la notizia”. Il pupazzo più famoso d’Italia. A volte anche al centro delle polemiche. Parliamo, ovviamente, del Gabibbo. Ma sapete chi si nasconde sotto quella tuta rossa?

Antonio Ricci (Getty Images)
Antonio Ricci, ideatore di “Striscia la notizia” (Getty Images)

Striscia la notizia: storia della tv

Il Gabibbo è “Striscia la notizia” e “Striscia la notizia” è il Gabibbo. Il pupazzo rosso è stato il primo inviato della storica trasmissione ideata da Antonio Ricci. Se i conduttori si sono avvicendati, il Gabibbo è rimasto sempre.

“Striscia la notizia” è una delle trasmissioni più longeve della televisione italiana. Almeno di quella privata. Andò in onda, per la prima volta, il 7 novembre 1988. Un brevissimo periodo su Italia 1. Ma il grande successo convinse il gruppo di Silvio Berlusconi a spostarla sulla rete ammiraglia, Canale 5. Dal 1989, “Striscia” è ininterrottamente in onda lì.

Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti (Getty Images)
Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, storici conduttori di “Striscia” (Getty Images)

Con numerosissimi conduttori, che si sono avvicendati negli anni alla conduzione del tg satirico. Jerry Scotti, Michelle Hunziker, Ficarra e Picone. Ma, soprattutto, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, i due conduttori storici della trasmissione ideata da Antonio Ricci.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Antonio Ricci: La tv è piena di gente che si prostituisce

Chi è il Gabibbo?

Il primo inviato della trasmissione fu proprio lui, il Gabibbo. In giro, con quel costume rosso, a far ridere, ma anche a denunciare scandali e inadempienze. Con il tempo, il suo ruolo si è assottigliato, rimanendo però nella squadra. Soprattutto per quanto concerne le sigle. Non solo di “Striscia”, ma anche dei programmi in un certo senso collegati ad essa, come “Veline” o “Paperissima Sprint”.

Gabibbo (Mediaset)
Il Gabibbo (Mediaset)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Muore Gero Caldarelli, l’anima del Gabibbo

La Western Kentucky University accusò anche “Striscia” di plagio, ma perse la causa. L’azione sosteneva come il Gabibbo fosse la copia del Big Red, mascotte del campus.

Un aspetto caratteristico del Gabibbo è che la voce è di una persona, mentre all’interno del pupazzo, ve ne è un’altra. Questo rende ancor più complessa la recitazione. Dal 1990 al 2017, è stato il grande mimo Gero Caldarelli ad animare il Gabibbo. Poi, dopo la sua scomparsa, è toccato al suo allievo, l’attore e comico Rocco Gaudimonte. A pronunciare le celeberrime parole “Belandi” e “Besugo”, è, invece, lo scrittore Lorenzo Beccati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Shaila Gatta, chi è la velina di Striscia la Notizia

Insomma, uno sdoppiamento (o anche più) di personalità per il pupazzo più famoso della televisione italiana.