Francesco Facchinetti: l’uomo che gli ha cambiato la vita quando era disperato

Francesco Facchinetti ha raccontato un problema che lo ha afflitto per gran parte della sua vita risolto o quasi dopo l’incontro con un uomo.

Francesco Facchinetti, che recentemente abbiamo visto in televisione come giudice nel programma Rai Il Cantante Mascherato, è seguitissimo sui social dove non ha paura di parlare anche dei problemi della sua vita privata.

Francesco Facchinetti
Francesco Facchinetti (Instagram Francesco Facchinetti)

Il figlio di Roby Facchinetti dei Pooh, è stato spesso al centro del gossip; prima con il matrimonio e poi il divorzio con Alessia Marcuzzi, da cui ha avuto la sua primogenita Mia, poi con le doppie nozze con la sua attuale moglie Wilma Helena Faissol, da cui ha avuto altri due splendidi figli Leone e Lavinia Angelica Catherine nel 2016.

Facchinetti ha raccontato lui stesso di aver voluto sposare l’attuale moglie ben due volte, nel 2014 e nel 2020: “Ho deciso di sposare mia moglie per la seconda volta. Sì, mi sono svegliato e in 48 ore ho organizzato tutto”. Ma il figlio d’arte ha anche svelato un problema “estetico” che lo ha afflitto per gran parte della sua vita.

Leggi anche >>> Flavio Insinna: la malattia “subdola” sconfitta grazie al padre

Francesco Facchinetti e il dramma della sua vita

Ai suoi follower, infatti, Francesco Facchinetti ha raccontato di essere stato afflitto da calvizie; un problema che affligge molti uomini e che può far sentire fuori luogo. “A 20 anni ho iniziato a perdere i capelli. Ho ereditato da mio padre i suoi occhi azzurri, non ho ereditato la sua voce e ho ereditato i pochi capelli che ho in testa. Ho fatto l’autotrapianto, facendomi togliere seimila capelli per metterli dove mancavano. Ma i problemi sono molteplici”, ha spiegato l’ex Dj Francesco.

Francesco Facchinetti
Francesco Facchinetti (Getty Images)

Leggi anche >>> Il neomelodico a X Factor conquista la tv nazionale | “Bambola” è la hit più bella di sempre – Video

Poi, però, Facchinetti si è trovato di fronte l’uomo che gli ha cambiato la vita: “Un giorno la vita ha voluto che incontrassi Fabrizio. Lui mi ha raccontato tutta la sua storia, 20 anni di studi e mi ha raccontato come per la prima volta ha ideato una patch cutanea che permette alla testa di traspirare e sotto i capelli possono crescere. Quindi eccomi qua. Con i capelli folti, sembro il ‘Re Leone’”. Per la prima volta, ho trovato la soluzione. E non mi vergogno a dirlo, sono contento di dirvelo perché so quanta felicità può darvi”.