Famiglia indigente riceve aiuti dalla Croce Rossa ma butta il cibo nella spazzatura | Uno schiaffo alla povertà

A volte siamo costretti a raccontare delle storie che hanno del raccapricciante. Ecco cosa è successo in una delle zone più ricche d’Italia.

Una storia che non può non fare indignare. In qualsiasi periodo storico. Ma soprattutto oggi che, da un anno e mezzo, la pandemia da Coronavirus fiacca la salute pubblica e l’economia. Con migliaia e migliaia di famiglie che sono in difficoltà economiche molte di esse vivono sotto la soglia di povertà.

Croce Rossa Italiana (Getty Images) 2
Croce Rossa Italiana (Getty Images)

Il cibo è un dono

Peraltro, ogni famiglia che abbia saputo educare i propri figli ha insegnato loro che il cibo non va né sprecato, né buttato. Che il cibo non “fa schifo”. Perché è un dono che non tutti possono permettersi di avere.

E’ invece un obbligo morale occuparsi di chi sta peggio di noi. A prescindere dal sesso, dalla razza, dalla nazionalità. Sono i principi cardine, non solo della nostra spiritualità religiosa, ma, laicamente, del vivere civile.

Croce Rossa Italiana (Getty Images) 3
Giorno e notte il lavoro della Croce Rossa Italiana (Getty Images)

Ed è meritorio il lavoro fatto, anche nei mesi di pandemia, dalle associazioni di volontariato, che, nonostante i rischi di contagio, hanno continuato a svolgere il proprio servizio a sostegno dei più bisognosi. Dalla Caritas alla Croce Rossa. Il prezioso lavoro non si è mai fermato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giornata Mondiale dei Poveri, Papa Francesco pranza in Vaticano con 1500 bisognosi

Accade nel Nord Est

Eppure, a volte siamo costretti a raccontare delle storie che hanno del raccapricciante. La protagonista è proprio la Croce Rossa, una di quelle realtà che hanno sempre fatto sentire la propria presenza. L’episodio è avvenuto a Pordenone. Nel Nord Est. Nel ricco Nord Est. Anche lì, però, ci sono famiglie bisognose. Di italiani e di stranieri.

Croce Rossa Italiana (Getty Images) 4
L’opera della Croce Rossa Italiana per i più bisognosi (Getty Images)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Un pasto per i bisognosi e i loro amici animali. Ecco dove accade

E allora accade che i volontari della CRI portino a casa di una famiglia straniera del cibo. Per donarlo. Uno dei tanti “giri” per rendere meno difficile questo autunno appena iniziato. Ma accade l’imprevedibile. Qualcosa che non avremmo mai voluto raccontare. Alla donazione dei volontari, infatti, la famiglia di stranieri pensa bene non solo di non accettare il cibo. Ma anche di gettarlo nella spazzatura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pizze gratis per i più bisognosi

Non conosciamo i motivi di tale gesto insensato. Se non avessero gradito la donazione, avrebbero potuto restituire gli alimenti ai volontari. Di certo non gettare il cibo nella spazzatura. Perché quel bene prezioso avrebbe potuto sfamare altre bocche. Sicuramente più grate verso l’opera dei volontari.