Cicciolina torna alla ribalta: la nuova avventura della ex “politica”

Ilona Staller, per gli amici Cicciolina, non è nuova a cambi di posizione pur di rimanere sulla cresta dell’onda. Ecco la sua ultima avventura.

Elena Anna Staller, nome vero della eroina del porno, nasce a Budapest, in Ungheria, all’epoca dietro la cortina di ferro, nel 1951. Il padre lascia presto la famiglia e verrà cresciuta dalla mamma e dal patrigno funzionario statale ungherese. Cresce da bambina colta, studia danza, violino e pianoforte.

Una giovanissima Ilona
Una giovanissima Ilona (Instagram)

Già da ragazza la sua vita promette avventure. Mentre lavora come cameriera all’hotel Danube Continental, i servizi segreti ungheresi la corteggiano affinché diventi una spia, seducendo uomini d’affari statunitensi.

L’arrivo in Italia

Ilona arriva in Italia negli anni Settanta a seguito del matrimonio con un italiano, presto dimenticato. E’ a Roma che avverrà la sua trasformazione in CicciolinaConosce Riccardo Schicchi e grazie a lui conduce una trasmissione radiofonica dai contenuti non troppo velati dal titolo profetico Voulez-vous coucher avec moi? Durante la messa in onda, la Staller apostrofa coloro che la chiamano come “cicciolini e ciccioline”, da qui il nome che le è rimasto addosso (almeno quello).

Una “scottante” carriera

Cicciolina gira anche qualche film soft, come La Liceale con Gloria Guida, ma è il porno propriamente detto il genere che le risulterà più congeniale e le darà il successo planetario.

Qualche titolo: La conchiglia dei desideri, Porno Poker, Banane al cioccolato, I racconti sensuali di Cicciolina, Carne bollente, Supervogliose di maschi, Le donne di Mandingo, All’onorevole piacciono gli stalloni, Ore 9 scuola a tutto sesso – Goduria sfrenata, Passione indecente. 

Cicciolina deputata

Interessata alla politica, nel 1985 viene eletta tra le fila del Partito Radicale ottenendo un’orgia (il termine è d’uopo) di consensi. Arriverà seconda dopo il capolista Pannella.

Successivamente con Schicchi e Moana Pozzi fonderà il partito dell’amore, che non le darà, però, adeguate soddisfazioni.

I temi politici cari a Cicciolina sono le battaglie contro la censura in ogni forma e per la libertà sessuale in carcere, per l’inserimento della educazione sessuale nelle scuole e, ovviamente,  per la pace nel mondo. Un programma da Miss Italia d’antan.

Cicciolina tra gli scranni di Montecitorio
Cicciolina tra gli scranni di Montecitorio (Instagram)

Leggi anche -> Rocco Casalino: L’ex portavoce di Conte dopo la casa del Grande Fratello deve occuparsi…

Più di recente, in tempo di pandemia è tornata a parlare, esternando le sue difficoltà economiche, anche a seguito della cancellazione del vitalizio che percepiva come deputata della Camera.

L’ultima avventura

Terminata la carriera di pornostar, per raggiunti limiti di età verrebbe da dire, si dedica alla pittura e all’arte sognando un ritorno in TV. “Un anno fa Alfonso Signorini ha fatto il mio nome come concorrente per il Grande Fratello Vip, poi il mio nome è sparitoAnche Milly Carlucci mi voleva a Ballando con le Stelle, c’è qualcuno che non vuole che io lavori e non credo che sia una cosa legata ai film per adulti fatti in passato, forse ci sono problemi di altro tipo“.

La campagna Desigual
La campagna Desigual (Instagram)

Leggi anche -> Alfonso Signorini “riaccende” la storia che dura da tre anni, e svela l’identità…

Intanto una rivincita se l’è presa. Con il lineamenti un po’ mutati,  è diventata la testimonial della campagna autunno/inverno del brand spagnolo Desigual. Le foto della campagna immortalano la Staller come  “una ‘Vergine eterna’, che toglie i peccati del mondo”.

Il gusto per il paradosso non manca.