Soffri di mal di testa? La causa potrebbe essere una cattiva alimentazione: di addio a questi cibi

Ci sono giornate in cui il mal di testa rende impossibile qualsiasi attività, anche la più semplice. Alcune volte la causa scatenante potrebbe essere nascosta nelle abitudini alimentari.

Chi soffre di mal di testa lo sa, quando arriva c’è poco da fare, si prende qualcosa per farlo passare sperando sia efficace. Ma non sempre è chiara l’origine di un malessere tanto diffuso quanto, per molte persone, invalidante.

Mal di testa
Mal di testa/Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

Il mal di testa: classificazione

I mal di testa si possono classificare tre categorie: cefalee primarie; cefalee secondarie; nevralgie craniche e dolori facciali.

Le cefalee primarie sono malattie vere e proprie, non sono sempre scatenate da cause identificabili, ma sono originate da abitudini di vita poco salutari, da reazioni ormonali o da fattori esterni.

Leggi anche -> Insonnia: un nemico che si può battere | Ecco alcune regole che ti aiuteranno…

Le cefalee secondarie sono il sintomo di patologie più importanti come: sinusite, faringite, otite e trauma cranico. In certi casi le cefalee secondarie sono la manifestazione di condizioni patologiche gravi come l’ictus o le emorragie cerebrali. Per fortuna, questo avviene solo in una minima percentuale.

Le nevralgie craniche sono causate dall’infiammazione dei nervi cranici e/o cervicali, che danno origine al mal di testa. Uno dei casi più comuni è la nevralgia del trigemino.

Leggi anche -> Il cibo spazzatura è una dipendenza alla pari della cocaina: ecco la lista dei…

Cibo e cefalea: quale correlazione?

Tra i fattori che scatenano la cefalea ci sono lo stress, la mancanza di sonno, le condizioni meteorologiche e, in alcuni casi, anche un’alimentazione poco corretta.

Esiste, infatti, una correlazione tra alcuni alimenti e l’insorgere di mal di testa.

Leggi anche -> Assolto il cioccolato! Ecco i pregi, i pregiudizi e le fantastiche proprietà del…

Tra questi ci sono: cioccolato, bevande contenenti caffeina (può innescare anche i sintomi da astinenza), alcolici e superalcolici, carni rosse e insaccati ricchi di nitriti e nitrati che servono a esaltarne il colore rosso, patatine fritte e tutti i cibi fritti, il glutammato monosodico (contenuto nei dadi da brodo, nella salsa di soia, snack di vario genere), frutta secca e formaggi stagionati e fermentati.

Cibo che può scatenare mal di testa
Un esempio di cibo che può scatenare il mal di testa/Foto di Daniel Reche da Pixabay

Leggi anche -> Riequilibrare il corpo con gli antiossidanti, ecco i “cocktail” che fanno miracoli | Li…

Anche la quantità di cibo ingerito può causare dolore alla testa come conseguenza di una digestione lenta e difficile.

Gli alimenti in grado di favorire la cefalea contengono sostanze psicoattive (stimolanti) e vasoattive (capaci di azioni a livello vascolare, quindi o vasodilatatrici o vasocostrittrici).

Un’alimentazione corretta è sempre un buon punto di partenza per salvaguardare la nostra salute.