Da “bomber” della serie A a gelataio: il cambio radicale del calciatore che si è ritirato per una vita “normale”

Il calcio è uno sport davvero spettacolare, che ogni anno vanta milioni e milioni di appassionati pronti a seguire partire su partire. Un mondo molto amato che ha visto farne parte anche personalità che hanno preferito decisamente altro.

Il calcio è uno sport che travolge di passione moltissimi italiani da tantissimi anni. E Paolo Baldieri, nato a Roma il 2 febbraio 1965, lo sa bene avendolo vissuto in primo piano. Non solo perché fino al 2006 era il selezionatore delle giovanili della Nazionale italiana.

Paolo Baldieri
Paolo Baldieri (Web source)

Ma anche perché insieme a Paolo Rossi è l’unico che ha segnato in cinque partite consecutive con la nazionale Under 21 e perché per molti anni è stato un calciatore di altissimo livello. Faceva parte delle giovanili della Roma, con la quale in Serie A ha collezionato 26 presenze segnando tre gol.

In seguito, ha giocato nel Pisa, nell’Empoli e nel Lecce totalizzando 112 presenze e 18 reti. Era indubbiamente una delle promesse più rilevanti del calcio italiano, anche se alla fine della sua carriera ha probabilmente ottenuto meno di quello che avrebbe effettivamente meritato. Ed oggi gestisce una gelateria, come ammesso da lui stesso: ma procediamo per gradi.

Paolo Baldieri, da calciatore a “uomo normale”: cosa fa oggi

Questa estate, ai microfoni di Altrocalcio.com, Paolo Baldieri si è raccontato in una bellissima intervista dal sapore di un calcio nostalgico che non c’è più. L’ex bomber italiano non ha però avuto la carriera che in molti si aspettavano e che pure per lui considerava alla sua portata.

I motivi sono dovuti principalmente ad alcune sue lacune caratteriali – come le ha definite – che gli hanno impedito di mostrare il suo vero potenziale. Si sottovalutava spesso, infatti; in secondo luogo, ha sempre giocato a calcio per divertirsi e non per diventare il numero uno.

Non che rimpianga qualcosa, dato che – come ha spiegato – per lui il calcio non ha mai rappresentato una priorità visto che ha sempre dato molto spazio alle sue passioni ed alla famiglia.

Paolo Baldieri
Paolo Baldieri (Web source)

POTREBBE INTERESSARTI>>> Dalla Nazionale di calcio al carcere | Tutta la verità su Fabrizio Miccoli

In effetti si è ritirato solamente a 32 anni e, come ha raccontato a Sportweek, è rimasto in Salento con sua moglie ed i loro tre figli dove nel 2013 ha aperto una gelateria, che adesso è la sua principale fonte di guadagno.

POTREBBE INTERESSARTI>>> Cosa fa Francesco Totti dopo il ritiro dal calcio? La seconda vita del “Pupone”

Dopo il calcio ha potuto coltivare anche una sua grandissima passione, la pesca, che però gli è quasi costata la vita nel 2016. Fa infatti una battuta di pesca con i suoi amici quando ha un doppio infarto.

Adesso sta meglio, certo, ma lo spavento (ed il rischio) sono stati enormi.

POTREBBE INTERESSARTI>>> Rubano oggetti sulla tomba di una giovane promessa del calcio. Il commento di Totti è lapidario

POTREBBE INTERESSARTI>>> Georgina Rodriguez: chi è la fidanzata del giocatore di calcio più discusso del mondo

Nessun rimpianto insomma per Paolo Baldieri, che ha preferito l’amore e la famiglia ad un contesto pieno di pressioni che, evidentemente, non faceva affatto per lui.