Manuela Villa, la figlia del grande Claudio, rivela: “per affrontare il dolore, sono diventata obesa”

La figlia del grande cantante Claudio Villa ha dovuto affrontare nel corso della sua vita molte difficoltà, a partire dal riconoscimento di paternità. Ma questo è solo l’inizio…

Manuela nasce nel 1966 con il cognome Garofalo, quello di sua madre che aveva avuto una relazione con l’allora popolare cantante romano (e sciupafemmine) Claudio Villa. Da quella relazione nacque lei e suo fratello maggiore, Claudio.

Manuela Villa
Manuela Villa (foto web)

Claudio Villa

Di certo i più giovani non sapranno chi è, al limite lo avranno sentito nominare dai nonni, ma Claudio Villa è stato per anni un idolo delle folle.

Nato a Trastevere nel 1926, nel corso della sua carriera ha venduto 45 milioni di dischi ed è stato soprannominato il “Reuccio” della canzone (diminutivo dovuto al suo esser slanciato verso il basso).

Il Reuccio
Il Reuccio Claudio Villa (web source)

Se dal punto di vista artistico, sul Reuccio non c’è molto da dire, qualche parola in più va spesa sull’uomo. Da “maschio” d’altri tempi a cui piacevano le donne, il suo comportamento non è stato sempre specchiato.

In particolare, il suo comportamento è stato discutibile per quanto riguarda la vicenda dei figli Claudio jr e Manuela. Il cantante non li ha mai voluti riconoscere, e la storia si è risolta solo a seguito di una lunga battaglia in tribunale durata vent’anni, quando Claudio era ormai morto, con l’esame del DNA.

 La carriera di Manuela

Manuela conosce la verità su suo padre solo a 12 anni, quando una suora, in collegio, le fece una maligna battuta circa chi mantenesse lei e sua madre.

Un colpo durissimo per la bambina di allora che, però, nel tempo ha saputo riprendersi e crearsi una carriera di tutto rispetto.

Prende parte a numerose trasmissioni di tutto rispetto, come Domenica in, sarà concorrente al Festival di Sanremo e sarà a lungo ospite fissa nei programmi di Paolo Limiti.

Da un po’ di anni è particolarmente attiva in teatro grazie al Bagaglino.

La vita privata e i problemi alimentari

Nel 1999, Manuela si sposa con Marco Narducci, direttore di produzione. Nel 2004 nasce il loro figlio Jacopo, ma questo non impedirà la fine del matrimonio. Manuela lo accuserà di averla abbandonata con un bimbo di pochi mesi.

Manuela durante un'esibizione
Manuela durante un’esibizione (web source)

Ma non solo questo ha dovuto affrontare la figlia di Claudio Villa. Nel suo recente libro “L’Alimentatore”, Manuela ha messo a nudo il suo difficile rapporto con il cibo. Per anni mangiare per lei è stato un “palliativo contro il dolore”, un rimedio, una compensazione per un rapporto mai avuto con suo padre.

Il cibo che l’ha portata verso un aumento di peso fuori controllo. Ingrassando, non piaceva più a nessuno, questo era il suo modo per prendere il controllo, evitando di rimanere delusa.

Leggi anche ->  Pippo Baudo, il figlio “segreto” riconosciuto a 34 anni: “Non è il frutto di…

Cantare le canzoni di Claudio, dopo la sua morte, l’ha aiutata a riappropriarsi della sua identità e a trovare un minimo di fiducia in sé stessa.