Carlo Verdone: il drammatico lutto che gli ha sconvolto la vita oltre a quello di Sergio Leone

Uno degli artisti più geniali del panorama italiano, formatosi sotto l’ala di Sergio Leone. Per lui un vero e proprio secondo padre. Ha sofferto la sua perdita ma è un altro il lutto che lo ha segnato per tutta la vita.

Uno dei più geniali attori e registi italiani. Si è formato alla scuola di un mostro sacro come il grande Sergio Leone. Che per Carlo Verdone è stato un vero e proprio secondo padre, oltre che un maestro professionale. Ovviamente la scomparsa del grande regista, avvenuta il 30 aprile del 1989, ha segnato profondamente la vita di Carlo Verdone.

 

Carlo Verdone
Carlo Verdone (foto web)

Ma c’è un altro lutto, nella vita dell’artista romano, che lo ha profondamente toccato, cambiando il corso della sua esistenza.

Oggi 71enne, infatti, Carlo Verdone guarda al passato e non può che essere soddisfatto per la sua straordinaria carriera, peraltro tuttora in corso. Nelle ultime settimane, infatti, ha raccolto un enorme successo con la serie “Vita da Carlo”. Nella maggior parte dei suoi successi, Verdone, infatti, è sia regista che attore protagonista. Tra i titoli di maggiore impatto nell’immaginario collettivo, non possiamo non menzionare “Un sacco bello”, “Bianco, rosso e Verdone”, “Borotalco”, “Maledetto il giorno che ti ho incontrato”, “Viaggi di nozze”, “Sono pazzo di Iris Blond”, “Gallo cedrone”.

Con lui, alcune delle attrici più ricercate del panorama italiano: da Claudia Gerini (sua vera e propria musa) a Margherita Buy e Asia Argento. Per lui anche un ruolo molto importante nel film di Paolo Sorrentino, “La grande bellezza”, vincitore agli Oscar nel 2013.

Il lutto che ha segnato la sua vita

Come abbiamo detto, Carlo Verdone si è formato professionalmente sotto l’ala protettiva del grande Sergio Leone. Il celebre regista della “Trilogia del dollaro”, che lanciò sulla scena internazionale un attore del calibro di Clint Eastwood. Ma anche l’autore di quel capolavoro chiamato “C’era una volta in America”.

La scomparsa di Sergio Leone, quindi, ha segnato profondamente la vita di Carlo Verdone. Non solo sotto il profilo professionale. Ma, soprattutto, sotto quello umano. Quella del celebre regista non è stata però l’unica dipartita a colpire duramente Verdone.

Carlo Verdone
Carlo Verdone (foto web)

E’ stato lo stesso Verdone a raccontare l’episodio giovanile che lo ha fatto soffrire molto. Ha scelto il salotto di Mara Venier a “Domenica In” per aprire il suo cuore. E così ha ricordato l’amicizia giovanile, da liceale, con Francesco, ragazzo dalle idee politiche diverse, ma non per questo meno affezionato. Una morte che ha segnato profondamente il giovane Carlo, che da quel momento ha vissuto anche un lungo periodo depressivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Carlo Verdone: “..ho avuto paura..”. La drammatica disavventura in Iran e il ricovero in ospedale  Video

Ma a distanza di anni, nonostante il grande successo, non dimentica l’amico Francesco. Lo porta sempre nel proprio cuore e, addirittura, conserva ancora due cravatte che furono dell’amico. Sarà sempre con lui, perché l’amicizia vera è più forte dei lutti e del tempo che passa.