Mario Balotelli, Coverciano lo aspetta | Potrebbe essere una pedina importante per gli Azzurri

Il c.t. della Nazionale Roberto Mancini ha convocato Balotelli per lo stage in vista dei playoff Mondiali. L’ultima volta di Super Mario con l’Italia fu nel 2018. 

In vista dei playoff di qualificazione al Mondiale di Qatar 2022, l’Italia svolgerà da mercoledì 26 gennaio a venerdì 28 uno stage di preparazione all’appuntamento che vale un intero ciclo. Il c.t. Roberto Mancini lavorerà con i suoi fedelissimi, ma proverà anche alcuni volti nuovi che potrebbero essere utili in vista del doppio impegno di fine marzo. 

Mario Balotelli Italia
Mario Balotelli Italia (Getty Images)

E per questa tre giorni a tinte azzurre, il nome di Mario Balotelli è salito agli onori della cronaca nei giorni scorsi. L’attaccante sta facendo benissimo in Turchia all’Adana Demirspor e, vista la pochezza di gol per la Nazionale e il rapporto che c’è tra lui e il c.t., si è subito pensato a una sua chiamata per lo stage di Coverciano. 

E così è stato. Il commissario tecnico Mancini ha diramato la lista dei convocati per le tre giornate di lavoro a Coverciano e tra i trentacinque in elenco è presente anche Balotelli. Un ritorno importante per l’attaccante, che mancava in Nazionale dal 2018; da ormai tre anni e mezzo quindi. Una chance importante per il calciatore che, a 31 anni, potrebbe ancora essere utile alla causa dell’Italia. Se in Turchia dovesse continuare bene, e nel corso dello stage dovesse convincere Mancini, Super Mario potrebbe essere una pedina importante per gli Azzurri in vista degli spareggi Mondiali. 

Balotelli torna in Nazionale: come giocava l’Italia l’ultima volta di SuperMario

Era il 7 settembre 2018 quando Mario Balotelli vestì per l’ultima volta la maglia dell’Italia. Si trattava di un match di Nations League e la Nazionale giocò allo stadio Dall’Ara di Bologna contro la Polonia. Sfida terminata 1-1 con i gol di Zielinski e Jorginho. 

Mario Balotelli
Mario Balotelli (Getty Images)

La formazione azzurra del tempo vedeva già diversi titolari della squadra che poi vincerà l’Europeo nel 2021, ma anche alcuni calciatori scomparsi dai radar in questi anni. Il modulo era il consueto 4-3-3 di Mancini, in porta Gigio Donnarumma e a difenderlo Chiellini e Bonucci; non di certo delle novità. Volti non più abituali, invece, nei terzini con Zappacosta a destra e Biraghi a sinistra. 

A centrocampo Jorginho era già nella sua posizione di regista, con Lorenzo Pellegrini e Gagliardini ai lati. In attacco, a dare supporto proprio a Balotelli le due ali Insigne e Bernardeschi. La partita di Super Mario durò 62’, prima di essere sostituito da Belotti. 

Le parole di Super Mario 

E ai microfoni di Bresciagol, Mario Balotelli ha commentato il suo ritorno in Nazionale: “A 31 anni la Nazionale dovrebbe essere la normalità, l’anormalità è non esserci. Mi auguro che l’Italia vada al mondiale, se lo merita. Non so perché sia agli spareggi ma può succedere”. 

Leggi anche >>> Christian Vieri, il Bobo nazionale protagonista della fashion padel week – VIDEO

Il calciatore ha poi parlato anche del suo rapporto con il c.t. Mancini: “Ci sentiamo e va tutto bene, lui mi ha fatto cominciare e spero anche che sia colui che un giorno mi farà finire”.