Filippo Bisciglia e le tragiche conseguenze della malattia: “per due anni non ho potuto camminare”

Dal Grande Fratello a Temptation Island la carriera dell’affascinante Filippo Bisciglia è sotto gli occhi di tutti. Ma sono in pochi a conoscere la sua drammatica battaglia contro la malattia.

Una carriera eclettica quella di Filippo Bisciglia, l’affascinante conduttore di Temptation Island,  che lo ha reso un volto noto agli italiani.

Filippo Bisciglia
Filippo Bisciglia (web source)

Una multiforme personalità

Nato a Roma nel 1977, Filippo “si fa il fisico” giocando a tennis come agonista fino ai 18 anni. La sua prestanza gli apre le porte della pubblicità ed inizia a posare come modello per vari spot.

Come è successo ad un congruo numero di ragazzi che oggi sono personaggi dello spettacolo, anche Filippo ha avuto il suo trampolino di lancio nel Grande Fratello, precisamente durante la sesta edizione, nella quale è arrivato secondo.

Filippo al Grande Fratello
Filippo al Grande Fratello (foto web)

Tra uno shooting ed una partecipazione a vari programmi televisivi, Filippo diventa testimonial, oltre che giocatore professionista, un gambler insomma, di Poker Club prima e People’s Poker.

Recita in alcune soap e serie TV, tra cui Un posto al sole e Distretto di polizia 10.

Grazie alla società di produzione di Maria De Filippi, Bisciglia ottiene quello che nello spettacolo può essere considerata alla stessa stregua di un posto statale, la conduzione di un reality ciclico: Temptation Island. Filippo, ormai, è sulla plancia di comando da otto edizioni.

Fa anche qualche incursione in Rai come entertainer in Tale e Quale Show, dove veste i panni di Franco Califano, Rino Gaetano, Zucchero e Pino Daniele.

Ex di Flora Canto, è sentimentalmente legato, da dieci anni, a Pamela Camassa, modella, valletta, attrice e concorrente di reality.

La battaglia contro la rara malattia

A vederlo aitante e prestante e conoscendo il suo passato da sportivo, nessuno direbbe che Filippo abbia combattuto da bambino contro una grave e rara malattia che ne ha messo a rischio la mobilità.

Da bambino Filippo Bisciglia ha sofferto del morbo di Perthes.

Il morbo di Perthes è una malattia necrotico-degenerativa che attacca la testa del femore e che può colpire sia durante i primi anni di vita, sia in età adulta.

Il morbo di Perthes è una patologia estremamente rara. Si calcola che in Italia la sua incidenza sia intorno a 19 casi su 100.000 e tende a colpire più i maschi che le femmine. Le cause della malattia non sono note, ma si ipotizza sia legata al sistema vascolare. Il mancato apporto di sangue alla testa del femore lo conduce alla necrosi. I sintomi sono ambigui e non sempre portano all’identificazione tempestiva della malattia che, se non trattata, può portare deformità e zoppia.

Leggi anche -> Il dramma di una ex di Temptation Island: “Volevo suicidarmi…”

Non è questo il caso del nostro Filippo che ha avuto la fortuna di avere dei genitori attenti che lo hanno portato da un ortopedico estremamente competente.

Fatto sta che per due anni Bisciglia non ha potuto muoversi; ha avuto le gambe immobilizzate per un anno a fasi alterne e per un altro anno non ha potuto camminare.

Ma i risultati della terapia, a quanto si vede, sono stati eccellenti.

Filippo in versione Temptation Island (Instagram)
Filippo in versione Temptation Island (Instagram)