Manuel Bortuzzo, l’altra grande passione del guerriero | Ha trovato forza in altro

E’ il 3 febbraio del 2019 quando si verifica il terribile agguato. Ma da quel giorno, Manuel ha avuto una nuova consapevolezza di sé

Un tragico episodio che avrebbe tolto la voglia di vivere a chiunque. Non a lui, Manuel Bortuzzo. Un futuro come nuotatore, interrotto da una notte balorda. Che, tuttavia, non ha spento il suo sorriso, né ha arrestato il suo percorso o cancellato le sue passioni. Cosa sappiamo del giovane concorrente del Grande Fratello VIP?

Manuel Bortuzzo (Getty Images)
Manuel Bortuzzo (Getty Images)

Manuel ha oggi 22 anni. Un’infanzia e una gioventù spesa per la sua grande passione: il nuoto. Cresciuto con il mito dei grandi nuotatori italiani che, negli ultimi anni, sia a livello maschile, che femminile, hanno regalato tante soddisfazioni sportive al nostro Paese.

Oggi partecipa al Grande Fratello VIP ed è uno dei concorrenti più apprezzati all’interno della casa più spiata d’Italia. Il giovane Manuel è divenuto suo malgrado celebre in quanto vittima di un efferato attacco d’arma da fuoco, a seguito del quale è rimasto paralizzato dalle gambe in giù. Tutti noi abbiamo ancora negli occhi il drammatico video in cui si vede Manuel colpito alle spalle, accasciarsi al suolo.

E’ il 3 febbraio del 2019 quando si verifica il terribile agguato. In quel periodo Manuel è una grande promessa del nuoto in particolare nei 400 stile libero e nei 1500 stile libero. Ovviamente le conseguenze dei colpi d’arma da fuoco hanno interrotto il suo percorso sportivo. Ma Manuel non ha perso la voglia di vivere, né la speranza di camminare. E continua ad allenarsi, magari per partecipare alle Paralimpiadi.

Nei mesi successivi all’agguato, l’atleta ha pubblicato il libro “Rinascere. L’anno in cui ho ricominciato a vincere”.

Tutto quello che c’è da sapere su Manuel

Quella per il nuoto, comunque, non è l’unica grande passione di Manuel Bortuzzo. I mesi di presenza all’interno della casa del Grande Fratello Vip ci hanno consentito di conoscere molto meglio il giovane, nativo di Trieste.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Manuel Bortuzzo: “Ho un sogno”. Il messaggio di speranza che ha commosso tutti

Sappiamo, per esempio, che Manuel ha diversi tatuaggi. E tutti rimandano a quel terribile giorno di circa tre anni fa. In particolare uno, con il numero 12. Quei 12 millimetri che gli hanno salvato la vita. Qualora il proiettile fosse penetrato infatti 12 millimetri più in là, Manuel sarebbe morto. Ma non doveva andare in quel modo.

Manuel Bortuzzo (Instagram)
Manuel Bortuzzo e la passione per la musica (Instagram)

E siamo felici, oggi, di poterci godere un ragazzo solare, che vuole lottare per i suoi sogni. E alimentare le sue passioni, come la musica. Su Instagram, dove è seguitissimo, abbiamo per esempio scoperto il suo amore per la musica e, in particolare, per il pianoforte. Tante sono le foto mentre passa il tempo sui tasti neri, quasi a farci capire fosse una terapia. Magari proprio su quel piano ha trovato la forza per rialzare la testa ed affrontare la vita come un guerriero.