Gerry Scotti, da ragazzo ha fatto di tutto per dare una mano alla famiglia | Ecco quali lavori ha svolto

Oggi è uno dei conduttori più apprezzati dal pubblico. E, quindi, anche tra i più pagati. Da adolescente, però, non sguazzava certo nell’oro

Gli ultimi mesi, difficili per tutti, lo hanno visto anche ammalarsi di Covid. E’ stato anche ricoverato e si è temuto il peggio. Ma, fortunatamente, tutto è andato per il meglio. Al suo ritorno a casa ha anche ringraziato il personale dell’Humanitas. Stiamo parlando di Gerry Scotti. Vi raccontiamo qualcosa della sua infanzia e gioventù. Anche quegli anni non sono stati facilissimi.

Gerry Scotti (web source) in evidenza (3)
Gerry Scotti (web source)

Volto ormai familiare. Conduttore di programmi di grande successo. Capace di far sorridere tutti ironizzando anche sul suo sovrappeso. Non si può non amare Gerry Scotti. Una vita trascorsa in Mediaset.

Gerry Scotti è uno dei fedelissimi delle reti di Silvio Berlusconi. Milanista doc, ha condotto circa 800 prime serate e si avvicina alle 10.000 puntate negli orari di punta. Insomma, probabilmente il conduttore che più rappresenta la svolta televisiva data da Berlusconi con Fininvest.

I suoi esordi, però, sono in radio. Come dj. Una passione, quella per la musica, che Gerry Scotti non ha mai abbandonato. Spulciando il suo profilo Instagram, diverse sono le immagini che lo ritraggono insieme al noto dj Linus.

Ma, ovviamente, il grande successo è in tv. Rigorosamente con Mediaset. Infinita la lista di trasmissioni di enorme popolarità. Solo qualche nome, a titolo di esempio: “La sai l’ultima”, “Buona domenica”, “Il Quizzone”, “Passaparola”, specializzandosi così nei programmi a quiz. E’ giurato di “Tu sì que vales” e, ovviamente, conduttore di “Striscia la notizia”. Da segnalare, infine, “Chi vuol essere miliardario” e, con l’arrivo dell’euro, “Chi vuol essere milionario”.

I lavoretti per arrotondare

Un periodo difficile, quello che lo ha visto patire le sofferenze del Covid. Un periodo in cui siamo certi che Gerry Scotti avrà potuto anche ripensare alla sua vita e fare un bilancio. Certamente positivo, visto l’enorme successo.

Ma nella sua vita, soprattutto giovanile, non tutto è sempre stato così semplice come si possa pensare. Vi raccontiamo un dettaglio particolare dei suoi anni giovanili.

Oggi è uno dei conduttori più apprezzati dal pubblico. E, quindi, anche tra i più pagati. Da adolescente, però, Gerry Scotti non sguazzava certo nell’oro.

E’ stato lui stesso in un’intervista a raccontare come cercasse di arrotondare, perché di soldini non ce n’erano molti: “Era buona abitudine nostra negli anni ’70, quando si finiva la scuola, andare a fare qualche lavoretto per pagarsi le vacanze, gli studi o le iscrizioni alle università”.

Gerry Scotti (Getty Images)
Gerry Scotti (Getty Images)

E il nostro Gerry ricorda quegli anni con grande nostalgia, facendo una carrellata dei lavoretti che ha fatto da giovane per andare avanti: “Ho stampato guarnizioni in cartone, nel ’72, e le 400 mila lire guadagnate le usai per andare in vacanza a Lignano Sabbiadoro. L’anno dopo ho consegnato libri di testo. Ero già maggiorenne, mi hanno messo all’insaccamento di mangimi per vitelli, ma io ci mettevo il quadruplo della vitamina”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Che fine ha fatto il bimbo prodigio scoperto da Gerry Scotti? Oggi è irriconoscibile

Una vita fa, se si pensa al grande successo che riscuote oggi. Ma pur sempre la sua vita. E se la tiene stretta, perché se è l’uomo che è oggi, lo deve anche a quei sacrifici.