Keanu Reeves, l’antidivo per eccellenza | Sapete che è stato anche in carcere? I motivi dell’arresto

La sua gentilezza e le sue opere benefiche sono spesso oggetto di condivisione sui social. Ma quello sguardo malinconico cela altro…

Sempre quell’espressione un po’ triste. Quello sguardo malinconico. Keanu Reeves è uno degli attori hollywoodiani più noti. Ma è anche l’antidivo per eccellenza. Recentemente è tornato in auge vestendo nuovamente in panni di Neo nel quarto capitolo della saga di Matrix. Ma nella sua vita non solo il successo, ma anche tanta, tantissima, sofferenza. Forse per questo ha quasi sempre quell’aria un po’ mesta e nostalgica.

Keanu Reeves
Keanu Reeves (foto web)

Come detto, è famoso soprattutto per aver interpretato Neo nella tetralogia di fantascienza Matrix. E tanti fan attendevano, da quasi vent’anni ormai, che potesse tornare nei panni dell’Eletto.

Altri suoi ruoli notevoli includono il gigolò Scott Favor nel dramma “Belli e dannati”, Jack Traven in “Speed”, Shane Falco in “Le riserve”, il principe Siddhārtha in “Piccolo Buddha”, l’avvocato Kevin Lomax nel thriller soprannaturale “L’avvocato del diavolo”, con un grande Al Pacino, il detective Johnny Utah in “Point Break”, John Constantine nell’omonimo film, Johnny Mnemonic e John Wick nelle pellicole dallo stesso nome.

Insomma, la carriera di Keanu Reeves è lunghissima. E questi sono solo alcuni dei film che lo hanno reso un attore famosissimo. Ma nonostante il successo, gli introiti, la celebrità, Keanu Reeves è rimasto sempre un tipo schivo, poco incline al jet set. L’antidivo per eccellenza.

La sua gentilezza e le sue opere benefiche sono spesso oggetto di condivisione sui social. Keanu Reeves è amato anche per questo. E dietro questa sua indole, probabilmente, si cela anche tanta sofferenza. Perché, effettivamente, sono drammatiche le vicende che lo hanno riguardato.

I successi non cancellano il dolore

Fin da piccolissimo, Keanu ha dovuto affrontare la crudeltà della vita. Con i genitori separati, Keanu era un ragazzo allo sbando, finito in brutti giri. E, alla fine, anche in carcere, per spaccio di eroina. Una prima esperienza che l’ha segnato molto.

Così come l’ha devastato la scomparsa dell’amico River Phoenix, fratello dell’attore Joaquin Phoenix (“Il Gladiatore” e “Joker” tra gli altri film). Anche River era un attore molto promettente. Tra i film di grande successo, “Stand by me – Ricordo di un’estate” e, appunto, “Belli e dannati”, dove si cementa l’amicizia con Keanu Reeves. Ma River Phoenix muore a soli 23 anni.

Neanche il tempo di riprendersi dal grave lutto, che per Keanu Reeves arriva un altro periodo drammatico. Si fidanza nel 1999 con l’attrice Jennifer Syme e, un anno dopo, nacque la loro primogenita che morì però pochi giorni dopo per una malformazione cardiaca congenita. Dopo questo evento la coppia si lasciò.

Keanu Reeves (Getty Images) 2
Keanu Reeves (Getty Images)

Il 2 aprile 2001 Jennifer muore in un incidente stradale, sotto effetto di un mix di farmaci e altre sostanze per via di una festa data dal cantante Marylin Manson.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cristiano Malgioglio: “Sono stato a cena con Keanu Reeves”

Drammi che hanno segnato profondamente la vita di Keanu Reeves. Per molti anni non si sono avute notizie sulla sua vita privata. Questo perché nessun successo può cancellare tanto dolore.