Fu l’avanguardia della lotta al Covid, adesso chiude per sempre | Una svolta verso la normalità

Ricorderete tutti la fila delle ambulanze, ma anche le drammatiche immagini dei mezzi militari che trasportavano via le salme a Bergamo

E’ stato il simbolo della lotta al Covid. Da qualcuno contestato, per altri, invece, una struttura di avanguardia che ci mostrava come stessimo combattendo una vera e propria guerra. Oggi chiude per sempre. E’ stato il presidente della Giunta Regionale della Lombardia, Attilio Fontana, ad annunciare la chiusura dell’ospedale in Fiera a Milano.

La fine del lavoro (Instagram)
La fine del lavoro (Instagram)

“Una bella notizia – commenta il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana – anche alla luce del fatto che in questa struttura tecnologica interamente realizzata con i soldi delle donazioni private dei lombardi, senza un euro di soldi pubblici, sono stati ricoverati 530 malati gravi Covid”.

L’ospedale, infatti, fu allestito, in tempi rapidi, quando purtroppo la pressione sulle strutture sanitarie era fortissima. Ricorderete tutti, infatti, la fila delle ambulanze, ma anche le drammatiche immagini dei mezzi militari che trasportavano via le salme a Bergamo. Immagini che difficilmente dimenticheremo.

“Realizzare questo ospedale – aggiunge Fontana – è stata una scelta giusta, presa in un momento di grande difficoltà. E oggi, visto l’andamento del Covid soprattutto in relazione all’efficacia della campagna vaccinale, sono molto contento che finalmente non ci sia più bisogno di tenerlo aperto. Tutte le strumentazioni sanitarie di ultima generazione saranno recuperate per essere riutilizzate”.

Verso la fine dell’incubo?

La decisione del Presidente della Giunta Regionale della Lombardia, quindi, segna in un certo senso una svolta. Una svolta verso la normalità, ci auguriamo.

In tanti, infatti, sperano e pensano che la pandemia da Covid-19 possa essere agli sgoccioli. Che quelli che stiamo vivendo, prima della primavera e della stagione estiva, possano essere gli ultimi rantoli di un virus che ha causato in tutto il mondo milioni di vittime.

E che ci ha costretto a cambiare le nostre abitudini, a vivere distanti. Un periodo lungo due anni che, evidentemente, ha fiaccato anche l’economia.

Ma ora c’è tanta voglia di normalità. E la scelta della Lombardia, una delle regioni maggiormente colpite dal virus, assume un altissimo valore simbolico. “Grazie ai medici e gli infermieri, provenienti da tutta la Lombardia, che vi hanno prestato servizio, e al Policlinico di Milano che ha coordinato”.

Ospedale in Fiera a Milano (web source)
Ospedale in Fiera a Milano (web source)

E poi, conclude: “Grazie a tutti i benefattori lombardi che hanno contribuito alla realizzazione di questo grande progetto. Grazie Lombardia”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus Lombardia | Il presidente Fontana in quarantena | VIDEO

E noi, unendoci ai suoi ringraziamenti, ovviamente ci auguriamo che il peggio sia ormai alle spalle e che il prossimo autunno/inverno, la pandemia e il Covid siano solo un lontano ricordo.