Sermone shock del patriarca della Chiesa Ortodossa russa | Sì alla guerra contro la lobby gay

Parole pronunciate nel corso di un sermone che, di fatto, “giustificano” la guerra mossa dalla Russia contro l’Ucraina

“Le frasi del patriarca di Russia Kirill mi ricordano quelle che ripetevano Reinhard Heydrich, Heinrich Himmler, Hans Frank e anche i fascisti italiani come Mussolini e i suoi adepti. Le trovo aberranti e pericolose”. Anche Klaus Davi, giornalista titolare dell’omonima agenzia di comunicazione d’impresa, ha stigmatizzato le frasi del patriarca di Mosca e della Russia, Kirill. Quelle frasi stanno facendo il giro del mondo.

Patriarca Kirill (web source)
Patriarca Kirill (web source)

Frasi che vanno ad acuire il già pesante clima internazionale. Da ormai circa due settimane, infatti, la Russia di Vladimir Putin ha deciso di invadere l’Ucraina.

Sperava forse in un’avanzata più trionfale. Ma la resistenza del popolo ucraino è stata, fin qui, fiera. Impossibile, però, prevedere quanto potrà andare avanti la guerriglia ucraina.

Nel mondo, da più parti, si è alzata l’onda dell’indignazione per la scelta di Putin di attaccare uno stato sovrano. Dalla politica all’imprenditoria, passando per lo sport e l’arte, è quasi unanime la condanna contro la guerra.

E resta da capire quanto potranno pesare le sanzioni emesse da Unione Europea e Stati Uniti contro la Russia e i suoi oligarchi. Basteranno per fermare Putin oppure, come crede qualcuno, siamo agli albori di una terza guerra mondiale?

Insomma, le dichiarazioni del patriarca Kirill vanno a incastrarsi in questo scenario. Ma cosa ha detto esattamente?

Le frasi choc

Come detto, Klaus Davi è stato uno di quelli che si è scagliato contro le dichiarazioni del patriarca di Mosca e della Russia Kirill: “Vorrei ricordare al patriarca – ha detto Davi – che anche i gay, oltre naturalmente al popolo Ebraico e Rom, furono sterminati nei Lager. Giustificare una guerra con argomentazioni simili è aberrante, non degno di un leader religioso”. Come è noto, infatti, Davi è dichiaratamente omosessuale.

Ecco cosa ha detto esattamente il patriarca: “Oggi c’è una ‘vera guerra’ nel Donbass, nell’Ucraina orientale, dal significato ‘metafisico’, ed è la resistenza di tanti fedeli ai ‘valori’ occidentali ‘che oggi vengono offerti da chi rivendica il potere mondiale’, la cui cartina di tornasole è il ‘gay pride’, che ‘giustifica’ il ‘peccato’ ‘condannato dalla Bibbia’.

Patriarca Kirill (web source) 2
Patriarca Kirill (web source)

Nel corso di un sermone che ha pronunciato in occasione dell’avvio della Quaresima, secondo il calendario ortodosso, Kirill ha quindi sostenuto che la guerra sarebbe giusta per combattere la lobby gay occidentale

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mosca, scontri e arresti al Gay Pride “illegale”

“I gay pride sono organizzati per dimostrare che il peccato è una delle possibilità del comportamento umano. Ecco perché per entrare nel club di quei paesi è necessario organizzare un gay pride. Non serve fare una dichiarazione politica ‘siamo con voi’, non firmare accordi, ma organizzare un gay pride” ha detto il patriarca.