George Clooney: ad un passo dal baratro | Tanto era il dolore da pensare al suicidio

Eppure chi potrebbe mai immaginarlo? Un uomo così desiderato, così di successo, così ricco. Noto peraltro per il suo attivismo sociale

Uno dei 60enni più sexy e affascinanti del pianeta. Ma non per questo non attraversato da demoni. Proprio come tutti noi. Stiamo parlando di George Clooney, attore, regista e sceneggiatore. In un’intervista ha raccontato di quando è stato sul baratro. Pronto a lasciarsi andare.

George Cloneey
George Cloneey (foto web)

Eppure chi potrebbe mai immaginarlo? Un uomo così desiderato, così di successo, così ricco. Noto peraltro per il suo attivismo sociale, ha vissuto momenti drammatici. E questo quando era già famoso.

La sua fama, infatti, è quasi trentennale, ormai. Riconoscimenti unanimi per il ruolo del pediatra Douglas “Doug” Ross nella serie televisiva E.R. – Medici in prima linea, dal 1994 al 1999.

Quella interpretazione lo porta a ruoli sempre più importanti. Spiccano, in quel periodo, “Batman & Robin” (1997) e “Out of Sight” (1998). Quest’ultimo film è diretto dal regista Steven Soderbergh, di cui Clooney diventa un vero e proprio attore feticcio, soprattutto per quanto concerne la saga di Danny Ocean con il primo capitolo “Ocean’s Eleven” e i successivi capitoli.

Ma, come dicevamo, l’impegno di Clooney è costante e quindi inizia anche a realizzare film in proprio su tematiche sociali e storiche. “Confessioni di una mente pericolosa” e “Good Night, and Good Luck”, per fare solo due esempi. Gli valgono due nomination ai Premi Oscar nella sezione miglior regista e migliore sceneggiatura originale.

Ha ricevuto altre tre nomination agli Oscar come miglior attore nel 2008 per “Michael Clayton”, nel 2010 per “Tra le nuvole”, nel 2012 per “Paradiso amaro” e per la migliore sceneggiatura non originale per “Le idi di marzo”.

Nel 2006 vince l’Oscar al miglior attore non protagonista per la sua interpretazione nel film “Syriana”.

La voglia di farla finita

Il baratro per George Clooney sembra spalancarsi proprio mentre sta girando “Syriana”. Proprio lui, con quella fama da Dongiovanni incallito. Tante le sue relazioni famose, ma quasi mai duratore.

Dalla collega Kelly Preston, alle modelle Lisa Snowdon e Sarah Larson, nonché la wrestler Stacy Keibler. Senza dimenticare, ovviamente, la nostra Elisabetta Canalis.

Dicevamo, quindi, del baratro spalancato. Durante le riprese di “Syriana”, infatti, Clooney ha avuto un grave incidente alla schiena. Ha rischiato di rimanere paralizzato.

Ed effettivamente è rimasto a letto per diversi mesi. Senza potersi muovere e con dolori lancinanti. Ed è stato proprio in quel drammatico periodo che l’attore ha pensato di farla finita.

George Clooney in Syriana
George Clooney in Syriana (foto web)

Poi, fortunatamente, è riuscito a risalire la china. E a ritornare a lavorare con grande successo. Anche nella vita privata sembra aver messo la testa a posto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> George Clooney trema, spunta una figlia segreta

A fine 2013 comincia a frequentare l’avvocato Amal Alamuddin, Nell’aprile del 2014 i due si fidanzano, sposandosi poi a Venezia, il 27 settembre 2014. Il 6 giugno 2017 è diventato padre di due gemelli: Ella e Alexander Clooney.