Lavoro: quale attrezzatura è indispensabile per chi ha un’officina?

A diverse persone piace lavorare in officina, per professione ma anche nel tempo libero. Se una volta era una prerogativa esclusivamente maschile, oggi sono sempre di più le donne preparate che si cimentano in questo tipo di lavori.

Fondamentale, in ogni caso, avere a disposizione la giusta attrezzatura base la cui scelta dipende non solo da quello che ci si trova a fare ma anche rispetto alla professionalità più o meno importante che si intende raggiungere.

Se una volta era indispensabile recarsi dal rivenditore o dal ferramenta di fiducia oggi, con l’introduzione dei moderni e-commerce non è più così e sono davvero molteplici i negozi presenti online che presentano un assortimento davvero notevole; se vuoi saperne di più clicca qui. In questo articolo vi raccontiamo meglio quali sono quelle strumentazioni imprescindibili per chi ha un’officina, sia per passione che per mestiere.

Lavorare con ordine e metodo

In officina è fondamentale lavorare con ordine e metodo, non solo per essere più efficienti e sereni nei movimenti ma anche per evitare il rischio di farsi male. In tal senso sono diverse le iniziative che si sono realizzate da parte degli organi competenti compresa questa predisposta dall’INAIL.

Pertanto, per chi ha un’officina si rivela necessario dotarsi di:

  • Banchi da lavoro.
  • Sedie predisposte appositamente per l’officina.
  • Valigette portautensili.
  • Armadietti per il contenimento degli oggetti, compresi quelli per il cambio abiti.
  • Carrelli da officina. Si trovano disponibili in diversi modelli: quelli per il trasporto di materiale e quelli per raccogliere gli oggetti da utilizzare durante il lavoro.
  • Luci da lavoro.
  • Stuoie antiscivolo.
  • Cinghie, corde, ancoraggi.
  • Attrezzature avvolgicavo, prese multiple e prolunghe.
  • Sistemi dedicati all’imballaggio.
  • Articoli da cancelleria per tenere l’amministrazione nel modo corretto e quelli inerenti all’etichettatura.

Come si può vedere si tratta di apparecchiature estremamente diverse tra loro ma tutte davvero imprescindibili. Mobili e contenitori, capaci di custodire tutte quelle componenti come ad esempio viti e bulloni, che è importante si trovino collocati nel posto giusto e chiaro. In questo modo è possibile non solo lavorare più comodi e meglio ma anche con maggiore sicurezza.

I ferri del mestiere

Per chi sta in officina avere i ferri del mestiere giusti significa molto, ovvero poter intervenire prontamente. Non solo chiavi, cacciaviti, martello, ma anche il kit inerente al trapano, con prolunga predisposta ad hoc. Per non parlare delle apparecchiature pneumatiche come il compressore e gli estrattori, in grado di dare una sicurezza in più.

Con l’avvento della pandemia, pertanto, i ferri del mestiere non sono solo quelli classici ma anche i prodotti inerenti alla pulizia, capaci di garantire quel qualcosa in più dal punto di vista dell’igiene e fondamentali esattamente quanto le altre strumentazioni per la salute del lavoratore.

La scelta dei detersivi è imprescindibile che risponda alle norme ancora in vigore rispetto al Covid-19, accuratamente definite dall’Istituto Superiore di Sanità, il quale ha dato consigli interessanti sia per la casa sia per gli ambienti di lavoro. Nuovi ferri del mestiere che ci porteremo dietro ancora a lungo e che hanno cambiato le abitudini per molto tempo.