Vasco Rossi, l’amara riflessione del cantante: “Perché non c’è nessun perché, ma solo dei forse?”

Probabilmente il più grande rocker italiano. Ma con grandi fragilità. Ecco il suo pensiero profondo affidato ai social

La sua profondità d’animo emerge, indistintamente, dalle sue canzoni. Un simbolo dell’Italia. Capace di fare innamorare intere generazioni. Stiamo parlando del grande, immenso, Vasco Rossi. In uno dei suoi ultimi post su Instagram ci mostra, ancora una volta, quanto sia capace di scrutare l’animo umano.

Vasco Rossi (web source) 25 mar
Vasco Rossi (web source)

Un mito. Difficile condensare la vita e la carriera di Vasco Rossi. Probabilmente il più grande rocker italiano. Ma con grandi fragilità, che, talvolta, sono emerse anche dai testi delle sue bellissime canzoni. Canzoni impegnate. Proprio come i suoi pensieri, che il rocker di Zocca a volte affida anche ai social.

Dall’inizio della sua carriera nel 1977, ha pubblicato 34 album, di cui 18 in studio, 11 dal vivo e 5 raccolte ufficiali, oltre a due EP e un’opera audiovisiva; complessivamente ha scritto 191 canzoni, oltre ad aver scritto anche numerosi testi e musiche per altri interpreti. Ha venduto quasi 40 milioni di dischi ed è dai primi anni ottanta uno degli artisti italiani di maggiore successi.

Nell’elenco dei record, menzioniamo anche il fatto che è il primo artista italiano per numero di copie vendute nel decennio che va dal 2010 al 2019. Quasi pleonastico fare un elenco dei suoi più grandi successi: da “Vita spericolata” a “Siamo solo noi”, passando per “Albachiara”, “Cosa succede in città”, “Siamo soli”, “Io no”, “Bollicine”. Ma l’elenco potrebbe essere pressoché infinito.

Appena 70enne, il rocker non molla. Continua a essere molto prolifico e prepara, con la speranza che il Covid dia tregua, un tour per tutto il Paese. I suoi testi sono ironici, provocatori, ma anche sentimentali e introspettivi.

I perché di Vasco

E proprio dai testi dei suoi grandi successi è possibile percepire la sofferenza che, talvolta, ha affrontato il cantante. Lui che non è solo un grande musicista e cantautore. Ma che è anche un vero e proprio intellettuale. Lo dimostra, ancora una volta, con uno dei suoi ultimi post pubblicati sul proprio seguitissimo profilo Instagram.

Tanti i perché che si pone il nostro Vasco. Ne estrapoliamo qualcuno: “Perkè dobbiamo sopportare gli INTOLLERANTI? Perkè dobbiamo sopportare gli IGNORANTI?” si chiede.

Il post Instagram di Vasco
Il post Instagram di Vasco

E, ancora: “Perkè dobbiamo sopportare KI CREDE DI AVERE RAGIONE? Ki ci vuole INSEGNARE A VIVERE, e ci vuole OBBLIGARE a vivere come lui crede GIUSTO? Perkè lo stato ETICO deve soffocare il singolo…”IN NOME DEL POPOLO”?”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vasco Rossi, il commento scioccante contro Sfera Ebbasta: “sarebbero volati schiaffi”

Il nostro Vasco si concentra su temi di grande rilevanza sociale: “Perkè è normale ESSERE GAY, ma non è normale che si SPOSINO, quando il MATRIMONIO è l’unico modo per essere TUTELATI DALLA LEGGE?”. E, infine, anche con la foto che caratterizza il post: “Le uniche cose infinite sono L’UNIVERSO E L’IMBECILLITA’ UMANA? Perkè non c’è nessun PERKE’ ma solo dei FORSE?”.

Anche questa volta Vasco ci aiuta a riflettere. A modo suo. E noi lo amiamo per questo.