Crisi petrolifera, arriva l’iniziativa che può dare la svolta | Problema risolto da un’azienda italiana – VIDEO

È diventato quasi insostenibile il costo del carburante di questo ultimo periodo. Nonostante gli interventi del governo, con il decreto energia, che hanno ridotto solo per una piccola percentuale il prezzo al consumatore, la situazione é ancora critica; ma sembra esserci la soluzione che farà abbattere il prezzo.

La situazione non è più recuperabile e ormai è diventato un problema anche spostarsi da casa al lavoro per l’impatto che il prezzo del rifornimento ha sulla economia mensile. Tutti sono al lavoro per trovare una soluzione al problema che risolva definitivamente la questione.

La crisi del carburante
La crisi del carburante (fonte web)

L’Italia colpita dalla crisi economica

Ad oggi l’intervento dello Stato è servito per ridurre di poche decine di centesimi di euro il prezzo al litro del carburante. Ma gli italiani sono sempre più affaticati dalla crisi economica scaturita anche dal conflitto russo-ucraino.

La risposta di Putin alle sanzioni occidentali ha coinvolto la distribuzione del gas di cui la Russia è principale fornitore. La mancanza di disponibilità ha fatto lievitare improvvisamente i prezzi che comportano una spesa mensile significativamente più alta per ogni cittadino.

Eppure la soluzione c’è ed è più semplice di quanto si possa pensare. Deriva da una geniale intuizione di un’azienda piacentina che produce gas a prezzi veramente concorrenziali. La loro produzione é ancora di media portata; potrebbero rifornire il serbatoio di 100 autovetture al giorno, ma se pensata su larghissima scala, anche a livello nazionale ed internazionale, si potrebbe parlare di una vera e propria rivoluzione.

L’intuizione di un’azienda italiana

Ne parlano, in diretta televisiva, due sorelle proprietarie di un’azienda agricola. Hanno pensato di sfruttare in primis letame, ma anche rifiuti alimentari, per produrre biometano, un gas sfruttato per far muovere autovetture e macchinari agricoli.

Il gas, che solitamente si concentra nelle discariche, in natura risulterebbe dannoso, ma la soluzione al doppio problema é arrivata dalla combustione di questo metano. Dalla reazione chimica che ne consegue si forma il biometano.

L’intuizione si aggancia ad eccellenti studi americani che hanno dimostrato che il biometano, prodotto da tutti i rifiuti alimentari e dal letame degli Stati Uniti ogni anno, potrebbe  soddisfare la gran parte della richiesta di gas naturale necessario ad alimentare gli autoveicoli.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mattino 5 (@mattino5tv)

Ne consegue che questo gas che, a detta delle stesse produttrici è un metano che possiede identiche caratteristiche qualitative se non migliori di quello tradizionale, possa essere anche utilizzato per produrre energia su larga scala.

Leggi anche>>Bonus Benzina da 200 euro direttamente in busta paga | E’ automatico e non servirà fare domanda

Sembra essere, quindi, arrivata la svolta che ci permette di ridurre in modo drastico la necessità di acquistare all’estero il prezioso combustibile e renderci autonomi nella produzione.