Oggi la contraccezione passa anche dagli uomini | E’ sicura, ma non è quella che tutti conosciamo

Da molto tempo si sta ricercando un metodo contraccettivo maschile che fosse al pari delle più utilizzate misure femminili. Oggi cerotti, spirali e pillole ormonali per donne potranno essere sostituite dall’ultima scoperta in ambito scientifico. Sembra essere efficace al 99%.

È un gruppo di ricercatori del Minnesota che è finalmente arrivato alla scoperta che rappresenta la svolta nel mondo della contraccezione. Lo studio, illustrato durante il prestigioso convegno American Chemical Society Spring Meeting del 2022, è stato inizialmente svolto su un campione di topi.

Contraccettivi (foto web)
Contraccettivi (foto web)

A detta degli scienziati, il metodo è efficace addirittura per il 99% dei casi e non presenta effetti collaterali significativi. Il risultato di anni di ricerca, é una particolare sostanza che si è scoperto inibire la formazione del liquido seminale e conseguentemente dello sviluppo embrionale.

La contraccezione tradizionale

Fino ad oggi i metodi contraccettivi maschili erano molto limitati. Si riducevano all’uso del preservativo e alla più rara pratica della vasectomia, cioè la chiusura chirurgica dei canali che trasportano gli spermatozoi all’uretra. Quest’ultimo é un vero e proprio intervento chirurgico che porta, nella maggior parte dei casi, ad una infertilità permanente e che quindi deve essere ben ponderato prima di effettuarlo.

La straordinaria scoperta, resa pubblica in questi giorni, permette di coinvolgere maggiormente gli uomini nella pratica della contraccezione che, fino ad oggi, rappresentava una responsabilità per lo più delle donne e che le esponeva anche a problemi conseguenti all’uso di terapie ormonali.

L’innovazione in campo maschile

In pratica, la molecola scoperta causa una sterilità provvisoria che blocca la formazione  e la maturazione degli spermatozoi. Ma è bene sottolineare che questo è un effetto totalmente reversibile. Una volta sospesa la terapia si riacquista la completa funzionalità e non si apportano rischi per la fertilità maschile.

Il team statunitense pensa di poter brevettare una compressa anticoncezionale maschile già in questo anno. La pillola per uomini andrebbe assunta per quattro settimane e dal momento della sospensione nel giro di un mese, un mese e mezzo, si tornerebbe al 100% dei livelli di fertilità.

In passato erano state portate avanti anche ricerche su terapie ormonali maschili, ma si erano riscontrati notevoli difficoltà a livello metabolico e cardiovascolare. Essere riusciti a trovare un medicinale sicuro e temporaneo per stimolare la contraccezione maschile, permette di evitare gravidanze indesiderate il maniera quasi del tutto priva di rischi.

Contraccetivi maschili (foto web)
Contraccetivi maschili (foto web)

Il mondo della scienza è fiducioso e spera di poter mettere in commercio la pastiglia già per la fine del 2022, anche se qualche medico si vede scettico e ipotizza una diffusione al pubblico in tempi ben più lunghi.

Devono ancora iniziare, infatti, i test sull’uomo e quindi per una corretta conclusione dello studio, l’approvazione da parte delle autorità regolatorie e la successiva commercializzazione potrebbero volerci ancora cinque anni.⁣⁣