Lo sapevate che i dolci creano una vera e propria dipendenza? Ecco come uscirne

Chi non ha provato mai il desiderio incontrollabile di dolci in qualsiasi momento della giornata? È difficile resistere alla tentazione. Molto spesso si cede e si finisce per essere sopraffatti dai sensi di colpa. La soluzione per evitare di eccedere con lo zucchero c’è e non è poi così difficile.

Le conseguenze dell’eccessiva introduzione di cibi troppo zuccherati sono molteplici. In primo luogo la prima a risentirne è indubbiamente la forma fisica. L’elevato apporto calorico che i golosi dessert introducono nel nostro organismo provoca un’inevitabile aumento di peso, ma soprattutto di massa grassa.

I dolci creano dipendenza (fonte web) 06.04.2022 direttanews.it
I dolci creano dipendenza (fonte web)

Il nostro viso appare meno lucente e la pelle si riempie di antiestetiche bolle e brufoletti. Anche la forma mentale risente della nostra golosità. Dopo una scorpacciata di dolci inevitabilmente ci sentiremo più stanchi e faremo molta fatica a trovare la giusta concentrazione per affrontare la giornata.

I dolci possono provocare crisi d’astinenza

La cosa più difficile da superare é senza dubbio la dipendenza che il consumo di zuccheri da alla nostra mente. Più si mangiano cibi dolci più se ne ha voglia e diventa sempre più difficile resistere.

Ci si stupisce a leggere i risultati di uno studio di un team di scienziati della Queensland University di Brisbane in Australia. I ricercatori hanno scoperto che il consumo eccessivo di dolci provoca un aumento del livello di dopamina paragonabile a quello generato dall’utilizzo di nicotina o persino di sostanze stupefacenti.

La sperimentazione, avvenuta in un primo momento sugli animali, ha rivelato che chi introduce con la propria alimentazione quantità eccessive di zuccheri, a lungo termine avrà più probabilità di soffrire di disturbi alimentari.

Esiste una quantità ben precisa di zuccheri da introdurre giornalmente oltre la quale è sconsigliato andare. Il fabbisogno energetico nelle 24 ore non deve essere composto da più del 5% da zucchero. La quantità ideale sarebbe quella di 25 grammi al giorno, ma i medici si raccomandano di non superare assolutamente i 50 grammi.

Ovviamente non si parla semplicemente dello zucchero che troviamo nelle bustine; il calcolo deve essere fatto considerando anche l’assunzione di altri alimenti dolci come le confetture, il miele, le bevande, i prodotti confezionati e i prodotti dolci da forno.

Come resistere alla tentazione

È bene precisare che non superare la soglia dei 25 grammi è un compito arduo. Per dare un’idea, un bicchiere di succo di frutta contiene già questa quantità e un gelato alla frutta ne contiene quasi il doppio.

L'attività fisica stimola endorfine (fonte web) 06.04.2022 direttanews.it
L’attività fisica stimola endorfine (fonte web)

La soluzione al problema prevede un piccolo sforzo iniziale che però a lungo termine ci farà sentire decisamente meglio. Basterà fare delle piccole rinunce giornaliere che man mano ci porteranno ai giusti livelli. Sorprendentemente il nostro fisico si abituerà gradualmente e, a fronte del ridotto consumo di zuccheri, sentiremo una minore esigenza di consumare dolci.

Un altro trucco risiede nello svolgere attività fisica che stimola endorfine, le stesse sostanze prodotte dopo aver mangiato una fetta di torta. La sensazione di benessere è la medesima, ma a ringraziare sarà la forma fisica che ritroverà lo splendore perso.