Telepass, arriva la brutta notizia per gli automobilisti | Chi non accetta sarà “obbligato” a fare la fila

Nel mercato italiano del telepedaggio permangono problematiche di lenta e difficile soluzione. E, adesso, la nuova stangata.

Brutte notizie per gli automobilisti. Come se non bastasse l’aumento indiscriminato del costo del carburante, adesso arriva un’altra brutta notizia. Peraltro proprio con la stagione estiva alle porte. Un altro segnale che va contro quella voglia di ripresa che, da più parti, viene sbandierata.

Telepass (web source) 6.4.2022 direttanews.it
Telepass (web source) direttanews.it

Per adesso il Governo ha arginato l’incredibile aumento del costo del carburante che abbiamo vissuto nelle scorse settimane. Ma per la stagione estiva potrebbe arrivare un’altra mazzata. Rincari in vista dal primo luglio per gli abbonamenti Telepass. L’azienda ha comunicato via mail ai propri clienti una modifica unilaterale del contratto.

Dopo la notizia degli aumenti per gli abbonamenti Telepass che scatteranno dal prossimo luglio, Assoutenti annuncia un incontro con la società, che avverrà subito dopo Pasqua. “Il tema del Telepass è delicato in virtù della liberalizzazione del mercato che interesserà una enorme platea di consumatori” spiega il presidente Furio Truzzi.

E per molti il canone Telepass è un “balzello insensato”. E si chiede da un lato l’abolizione e dall’altro l’intervento del Governo sull’aumento annunciato della tariffa. In effetti, tra le varie materie toccate nell’ambito dell’esame del ddl Concorrenza in commissione Industria al Senato, vi è quella del mercato dei telepedaggi nelle reti stradali e autostradali.

Nel mercato italiano del telepedaggio permangono problematiche di lenta e difficile soluzione che impediscono l’attuazione dei principi di concorrenza previsti dalla recente disciplina comunitaria. Una di esse secondo i proponenti riguarda la società Telepass S.p.a. e l’iscrizione al Set.

Ad oggi Telepass, unico fornitore del servizio di telepedaggio mediante accreditamento di un servizio esclusivamente nazionale (Sit), è assoggettata ad un regime distinto e più favorevole di quello applicato ai fornitori Set, con conseguenti implicazioni problematiche in tema di concorrenza

A quanto ammonteranno gli aumenti

L’odg impegna il Governo “ad adottare ogni iniziativa utile affinché siano progressivamente superate tutte le situazioni in cui vi sono agevolazioni fruibili esclusivamente da parte dai clienti Telepass. Ma, come spesso accade, la politica sembra muoversi con un certo ritardo rispetto alle reali esigenze del Paese.

Telepass (fonte web) 06.04.2022 direttanews.it
Telepass (fonte web)

E così, dall’1 luglio dovrebbero arrivare rincari importanti. L’incremento (su base mensile di 0,57 euro, Iva inclusa, per il Family, e di 0,28 euro, Iva inclusa, per il Twin comprensivo dell’Opzione Premium/ Assistenza Stradale Italia), viene spiegato nella comunicazione dell’azienda.

“Nasce in ragione del progressivo mutamento del contesto tecnologico, di mercato e organizzativo in cui opera Telepass” è scritto nella mail inviata ai clienti. Chi non accetterà gli aumenti avrà facoltà di recedere dal contratto entro il 30 giugno 2022, con 6 mesi di tempo per restituire a Telepass il relativo dispositivo.