Bonus mobili ed elettrodomestici, da oggi costeranno la metà | E’ aperto a tutti

La crisi economica si fa sentire ogni giorno di più. Ecco perché il governo ha deciso di erogare un bonus che ci permetta di risparmiare il 50% sull’acquisto dell’arredamento. Potremo finalmente avere il mobile che desideriamo da tempo ad un prezzo accessibile.

Arrivare a fine mese è diventato molto difficile ed è per questo che molti si scoraggiano di fronte all’idea di rinnovare l’arredamento di casa. Lo Stato ce la sta mettendo tutta per alleggerire la pressione fiscale sulle famiglie ed è per questo che ha pensato ad un nuovo intervento a favore degli italiani.

In arrivo il bonus Mobili (fonte web) 08.04.2022 direttanews.it
In arrivo il bonus Mobili (fonte web)

I prezzi di quasi tutti i beni hanno subito un fortissimo aumento. L’inflazione sta mettendo in ginocchio milioni di italiani e troppo spesso si rinuncia a qualsiasi cosa che possa comportare una spesa eccessiva.

Il bonus è aperto a tutti e non serve l’Isee

La manovra viene incontro a chi ha deciso di cambiare casa o semplicemente chi ha bisogno di sostituire un mobile o un elettrodomestico ormai troppo vecchio e malfunzionante.

Il bonus sarà in vigore per un lunghissimo periodo, infatti per il momento è prorogato fino al 31 dicembre 2024. Avremo, quindi, più di due anni per decidere di usufruire di questo incentivo. Non c’è bisogno di presentare il modello Isee che attesti la posizione economica. Per questo motivo l’intervento è aperto veramente a tutti.

Gli oggetti interessati a questo tipo di agevolazione finanziaria sono numerosissimi. Rientrano nel bonus armadi, scrivanie, divani, letti, materassi, sedie, cassettiere e tutto ciò che ci possa far pensare all’arredamento.

Sono compresi anche i gli elettrodomestici come i forni, i frigoriferi, le lavastoviglie e le lavatrici. L’unica accortezza sarà quella di acquistare prodotti con classe energetica migliorativa. Per i forni servirà la classe A, ma per i frigoriferi e i freezer sarà sufficiente una classe F; le lavastoviglie e le lavatrici dovranno essere almeno di classe E.

La spesa può arrivare a 10.000,00 euro

L’intervento copre un massimo di spesa che arriva a 10.000 € per il primo anno e 5000 per i successivi due. Unica condizione necessaria per l’erogazione dell’incentivo é che la sostituzione dei mobili deve avvenire dopo interventi di ristrutturazione dell’appartamento, ma niente paura! Sarà sufficiente, secondo la normativa una semplice installazione di un condizionatore a pompa di calore che preceda qualsiasi acquisto di arredamenti o elettrodomestici

Bonus Mobili (fonte web) 08.04.2022 direttanews.it.
Bonus Mobili (fonte web)

A seguito dell’acquisto dei mobili nuovi, sarà necessario produrre tutta la documentazione all’Agenzia delle Entrate, tramite l’aiuto di un professionista (commercialista o caf) il quale provvederà alla presentazione della domanda che porterà ad ottenere la detrazione sul l’Irpef pari al 50% della spesa.

Ricordiamo, infine, che il pagamento dei mobili e dei grandi elettrodomestici deve avvenire in modalità digitale e cioè tracciabile in modo da poter documentare la spesa sostenuta.