De Zerbi, lui ed il suo club ucraino hanno una missione da compiere | Si riparte da Istanbul

Dopo aver lasciato l’Ucraina a causa dell’invasione della Russia, Roberto De Zerbi riabbraccia lo Shakhtar Donetsk a Istanbul. 

A oltre quaranta giorni dallo scoppio della guerra, in Ucraina si torna a parlare anche di calcio anche se lontano dai confini del Paese invaso dalla Russia. Lo Shakhtar Donetsk di Roberto De Zerbi, infatti, è pronto a tornare in campo per riprendere gli allenamenti e ritrovare una sorta di normalità.

De Zerbi (foto web)
De Zerbi (foto web)

L’allenatore italiano, insieme a un gruppo di suoi collaboratori, aveva tenuto in apprensione l’Italia intera dato che si trovava proprio a Kiev al momento dell’inizio del conflitto. Il 28 febbraio, poi, dopo esser stato nascosto col suo staff all’interno di un hotel, il tecnico è riuscito a fuggire e a tornare in patria.

E adesso Roberto De Zerbi è pronto a riabbracciare il suo Shakhtar Donetsk, ripartendo dalla Turchia. A Istanbul, infatti, l’allenatore italiano ritroverà i suoi ragazzi ucraini che, grazie a una deroga speciale concessagli dal governo Zelensky, sono stati sottratti ai servizi logistici e alla guerra.

L’ok è arrivato a due condizioni: che tutti raggiungano proprio la città turca e che conducano la preparazione atletica a spese proprie. Il permesso durerà fino al 25 maggio prossimo.

La scelta di Istanbul da parte dello Shakhtar ha, inoltre, un forte valore simbolico. La città turca è stata infatti teatro di uno degli ultimi colloqui diplomatici tra Kiev e Mosca.

Ucraina, Roberto De Zerbi e lo Shakhtar Donetsk pronti al tour di beneficenza

La Federcalcio turca si è anche resa disponibile offrendo assistenza allo Shakhtar Donetsk, mettendo a disposizione campi di allenamento, materiale e probabilmente anche degli alloggi in cui abitare momentaneamente.

Ma il club ucraino avrà anche una missione da compiere: ovvero mettere in piedi un tour di beneficenza per raccogliere fondi per le vittime della guerra disputando delle amichevoli.

E una di queste amichevoli potrebbe riguardare anche l’Italia con la Lazio indicata come una delle possibile avversarie. Oltre ai biancocelesti, lo Shakhtar giocherà probabilmente anche contro Siviglia e PSG.

Roberto De Zerbi
Roberto De Zerbi (Foto Web)

Anche il Manchester City di Pep Guardiola si sarebbe reso disponibile, anche se trovare una data disponibile nel calendario dei Citizens risulta al momento particolarmente complicato.

“Vogliamo riabbracciare i nostri ragazzi: gli avevo promesso che, se avessimo potuto, avremmo fatto qualcosa per aiutarli. Per me è importante portarli fuori da lì a fare quello che sanno fare e riportarli a quella che è la loro vita”. Questo quanto dichiarato da Roberto De Zerbi ai microfoni dell’ANSA.