Cartelle esattoriali, si possono non pagare | Ecco il modo per avere la cancellazione del debito o lo sconto

Cartelle esattoriali, gli italiani le temono da sempre. Ma lo sapevate che potete pure non pagarle? Una casistica che richiede alcune condizioni.

Le cartelle esattoriali sono sempre molto importanti per gli italiani, soprattutto per chi è pieno di debiti. E soprattutto se il creditore è l’Agenzia delle entrate. Il principale esattore dello stato, ha tutte le possibilità di mettere in grave difficoltà i debitori.

Cartelle esattoriali (Web source) 12 aprile 2022 direttanews.it
Cartelle esattoriali, possono essere non pagate: la soluzione (Web source)

A causa di procedure davvero delicate, si possono pignorare case, ma anche stipendi e pensioni, ipotecare la casa o anche fermare amministrativamente un’automobile. Tutte cose per niente piacevoli, ma che sono allo stesso tempo decisamente evitabili. Per quanto riguarda le cartelle esatoriali, infatti, la soluzione non è necessariamente quella di pagarle.

Cartelle esattoriali: qual è la soluzione per non finire nei guai

Innanzitutto, è bene sapere che quando si parla di debiti le parti in causa sono due; il creditore ed il debitore. Nei debiti fiscali, tributari ed affini, il creditore è l’Agenzia delle Entrate Riscossione, che ha da tempo sostituito Equitalia.

In molti però non sanno che esistono diverse vie per non pagare le cartelle esattoriali. La principale, è la cosiddetta procedura di sovra-indebitamento. In pratica, pure con le cartelle esattoriali il nullatenente non deve temere nulla; ovvero, chi non può pagare non deve farlo.

Anche perché qualsiasi azione da parte dell’agenzia non ha possibilità di andare in porto. In ogni caso, deve essere un giudice a stabilire che un contribuente è effettivamente nelle condizioni di poterle non pagare.

L’obiettivo della procedura di sovra-indebitamento infatti è quello di non far pagare debiti a chi non può farlo davvero, salvaguardando così chi non ha disponibilità economiche sufficienti per trovare risorse o lavoro.

Una soluzione che viene applicata nei casi più difficili. Ed in effetti, pur considerando che i giudici ultimamente hanno reso più facile l’applicazione di questo tipo di soluzione, in linea generale l’impossibilità di pagare i debiti deve essere effettiva.

Cancellazione delle cartelle esattoriali (fonte web) 12.04.2022 direttanews.it
Cancellazione delle cartelle esattoriali (fonte web)

Può però capitare che non si venga del tutto esonerati dal pagamento. Se un debitore ha delle entrate e dei patrimoni, ad esempio, è possibile arrivare ad una specie di accordo fra le parti. In tal senso, a chi deve pagare viene concesso il favore di pagare solo una minima parte dei suoi debiti.

Uno sconto che in genere riduce ad un quinto il corrispettivo da versare ed anche in comode rate. Per attivare questa procedura, comunque, il debitore deve rivolgersi all’organismo di composizione della crisi.

Quest’ultimo ha il compito di affiancare le persone in difficoltà nella procedura di risanamento. Si possono trovare su tutto il territorio nazionale e spesso pure presso le camere di commercio.