Impennata di contagi: non esiste solo l’HIV | Sono circa 30 le malattie sessualmente trasmissibili

Ogni anno, quindi, 340 milioni di casi nei soggetti appartenenti alla fascia d’età che va dai 15 ai 49 anni. Ma rischiano i giovanissimi

A essere a forte rischio sono soprattutto i giovani tra i 15 e i 24 anni. E nell’ultimo periodo è un vero e proprio boom di contagi. Urgono quindi politiche di prevenzione, per non peggiorare una situazione che già sembra molto compromessa.

Emergenza contagi (web source) 17.4.2022 direttanews.it
Emergenza contagi (web source)

Sono più di un milione le infezioni che vengono contratte ogni giorno. Ogni anno, quindi, 340 milioni di casi nei soggetti appartenenti alla fascia d’età che va dai 15 ai 49 anni. Ma è quella che va dai 15 ai 24 anni la più esposta.

In Italia sono segnalati circa 4 mila nuovi casi ogni anno. Dal 1991 il Sistema di sorveglianza ha segnalato un totale di 140.874 nuovi casi, ma mentre il numero è rimasto stabile fino al 2004, dal 2005 le segnalazioni hanno subito un incremento pari al 41,8% rispetto al periodo 1991-2004.

Queste infezioni colpiscono di più gli individui con una maggiore suscettibilità biologica ad esse e tendono a interessare maggiormente soggetti che hanno un apparato genitale più complesso ed esteso, come le donne, e dove i patogeni hanno una probabilità maggiore di stabilirsi.

Si tratta, quindi, di una vera e propria emergenza già in atto. È necessario allora favorire la prevenzione nelle scuole, sensibilizzando i giovani a corretti stili di vita e a corrette abitudini comportamentali e relazionali, migliorando il grado di conoscenza delle infezioni e sul modo in cui ci si può contagiare.

Boom di contagi

Si va dalle patologie dermatologiche, tra cui le micosi cutanee ed infezioni sessualmente trasmissibili. Stiamo parlando, infatti, dell’enorme quantità di nuovi contagi per malattie che si contraggono attraverso i rapporti sessuali. Italia, dove le Malattie Trasmesse Sessualmente (MTS) sono monitorate dal Sistema di sorveglianza dell’Istituto Superiore di Sanità, sono segnalati circa nuovi 4 mila casi ogni anno.

I motivi della maggiore incidenza delle infezioni trasmesse sessualmente sono molteplici e complessi non ultimo la maggiore mobilità delle popolazioni, che contribuisce ad una più rapida diffusione mondiale di agenti infettivi.

La prevenzione è fondamentale, soprattutto nell’età adolescenziale, per ridurre il rischio di contrarre patologie quali sifilide, infezione da HIV e condilomatosi. E’ sbagliato, quindi, pensare che l’unico problema sia appunto l’HIV.

Infatti, le infezioni e patologie trasmesse sessualmente sono circa trenta. Secondo gli esperti si tratta di uno dei più seri problemi di salute pubblica in tutto il mondo e il loro trend è in costante e progressivo aumento. Tra le più comuni clamidia, gonorrea, sifilide, condilomi anogenitali e herpes genitale.

Malattie sessualmente trasmissibili (web source) 17.4.2022 direttanews.it
Malattie sessualmente trasmissibili (web source)

Alcune Malattie Trasmesse Sessualmente hanno tempi molto lunghi di comparsa dopo il contagio, come l’infezione da Papillomavirus HPV o quella da HIV. Altre invece hanno tempi di incubazione brevi, come la gonorrea o la sifilide.

E’ più facile, quindi, se vengono riconosciute, curarle. Ma è proprio questo il problema: specialmente quelle asintomatiche o che si manifestano con sintomi non ben definiti, tendono frequentemente a non essere diagnosticate o ad essere scambiate per altre malattie.

Purtroppo, peraltro, molte di queste infezioni tendono a ricomparire nello stesso soggetto.