Mal di testa, rallentamento psichico, nausea e in alcuni casi crisi epilettiche la situazione potrebbe essere più brutta di quello che ci si aspetta

Affidatevi ai medici e alla tecnologia. E non sottovalutate alcun sintomo e investite sulla prevenzione. Può salvarvi la vita!

Come sapete, quando ci occupiamo di medicina e scienza, il nostro consiglio primario è sempre quello di farvi seguire da specialisti del campo. Mai improvvisare! Con la salute non si scherza. Ma oggi vi diamo qualche dritta per non sottovalutare questi sintomi. Apparentemente innocui, potrebbero celare qualcosa di molto serio.

Mal di testa (web source) 16.4.2022 direttanews.it
Mal di testa (web source)

Mal di testa, rallentamento psichico, nausea, vomito e in alcuni casi anche crisi epilettiche. Patologie e malori più o meno gravi. In alcuni casi apparentemente trascurabili. Ma, invece, non bisogna sottovalutare proprio nulla. Perché dietro questi sintomi apparentemente ordinari (su tutti il mal di testa) potrebbe celarsi un male molto grave.

Per cui, vi invitiamo sempre alla prevenzione, tramite professionisti del settore e centri specializzati. Anche perché, fortunatamente, la scienza ha fatto e sta facendo passi da gigante per individuare, trattare e guarire patologie anche molto gravi e complicate.

Tutto, infatti, può essere scoperto e curato in tempo tramite esami TC (Tomografia Computerizzata) o RM (Risonanza Magnetica). Ma, se avete questi sintomi, fate attenzione!

Prevenire è meglio che curare

Dietro mal di testa, rallentamento psichico, nausea, vomito e crisi epilettiche, infatti, può celarsi un grave male, come il tumore cerebrale. Attraverso gli esami di cui vi abbiamo appena parlato, è possibile localizzare la massa maligna che infiltra e comprime l’encefalo.

Il tumore al cervello è una lesione che occupa spazio all’interno della scatola cranica. Purtroppo può colpire sia adulti che bambini. Le cellule che compongono la massa tendono, comprimendo o infiltrando il parenchima cerebrale, ad alterare le diverse funzioni del cervello.

Può essere causato dall’età avanzata, ma anche da predisposizione genetica e indebolimento delle difese immunitarie. O da cause indotte, soprattutto dallo sviluppo che caratterizza questi anni: esposizione a sostanze cancerogene o a radiazioni ionizzanti ad alto dosaggio o dall’eccessivo uso del cellulare.

Tumore al cervello (web source) 16.4.2022 direttanews.it
Tumore al cervello (web source)

L’invito, quindi, è a non sottovalutare nessun malessere e, soprattutto, nessun sintomo tra quelli che vi abbiamo indicato. Anche perché, con una tempistica giusta, si può intervenire tramite la neurochirurgia. Il trattamento più efficace è quello chirurgico, seguito da radioterapia e chemioterapia. Secondo le ultime ricerche e scoperte, infatti, i robot in miniatura potrebbero essere inviati in profondità nel cervello umano per curare disturbi inaccessibili con altri metodi.

I tumori benigni, infatti, si riproducono con una certa lentezza. Mentre quelli maligni, purtroppo, sono caratterizzati da una riproduzione cellulare molto più rapida. Le nuove tecnologie, però, consentono il trattamento della sindrome di Dandy-Walker, così come i gliomi maligni, tumori cerebrali cancerosi spesso considerati inoperabili. E, allora, non sottovalutate alcun sintomo e investite sulla prevenzione. Può salvarvi la vita!