Bonus decoder, nuovi fondi messi a disposizione dal governo | Ecco come usufruirne

Le restrizioni introdotte a causa della pandemia hanno aggravato la crisi economica che molte famiglie si trovavano già a vivere. Proprio per questo per molte di loro può essere utile usufruire di alcune specifiche agevolazioni pensate dal governo, tra cui spicca il bonus decoder Tv. Ecco in cosa consiste e chi ne ha diritto.

A partire dall’8 marzo è scattata la prima fase dello switch off, ovvero quello del passaggio alle trasmissioni con codifica mpeg4 (ovvero in alta definizione) e l’abbandono definitivo dell’mpeg2 (le trasmissioni in definizione standard).

bonus decoder Tv
Foto | Pixabay

Questa data segna quindi il passaggio definitivo alle trasmissioni in HD anche per quelle reti che non lo avevano fatto lo scorso 20 ottobre. In quell’occasione erano infatti passati all’HD solo i canali tematici delle grandi emittenti (Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport+ HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium, Rai Scuola, TGCOM24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV, mentre ora a essere coinvolti sono anche tutti gli altri canali Rai, Mediaset e La7.

Molti potrebbero quindi avere iniziato già in queste settimane difficoltà nella visione dei propri programmi preferiti e vorrebbero quindi certamente correre ai ripari il prima possibile. Niente paura, per chi si trova in questa situazione il problema è facilmente risolvibile.

È innanzitutto necessario verificare le caratteristiche della propria Tv. Se il modello è recente, non ci sono certamente disagi di alcun tipo. In alternativa, si può puntare su un nuovo modello, ma questa scelta può comportare comunque una spesa non da poco e non accessibile a molti.

Si può comunque supplire a tutto questo tramite un decoder esterno DVB-T2. La cifra da sostenere per l’acquisto è minima, ma per alcune categorie di persone è disponibile un bonus ad hoc.

Il bonus decoder Tv è un aiuto importante: ecco a chi spetta

Acquistare un decoder esterno non richiede un esborso particolarmente ingente (si aggira tra i 30 e i 250 euro a seconda del modello), ma per chi si trova già in difficoltà economica può rivelarsi pesante. Fortunatamente il governo ha pensato a un incentivo ad hoc per venire incontro ad alcune categorie di cittadini.

Come è facile immaginare, è necessarie avere dei requisiti ben precisi per poterne usufruire.

Il bonus decoder Tv consente di avere uno sconto fino a 30 euro per l’acquisto di un device ed è attivo dall’11 aprile fino ad esaurimento dei fondi disponibili. È quindi fondamentale muoversi in tempi rapidi per presentare la propria domanda se non si vuole correre il rischio di essere esclusi dall’agevolazione.

Foto | PIxabay

A potersene avvantaggiare sono i cittadini che hanno già compiuto 70 anni (compiuti dal 1° gennaio 2022) e con un trattamento pensionistico inferiore ai 20 mila euro all’anno. È inoltre necessario avere la residenza in Italia e l’intestazione a proprio nome dell’abbonamento per il canone Rai (ad eccezione di chi ha diritto all’esenzione).

È possibile scegliere tra tre diverse modalità per fare la propria richiesta: telematica, tramite il sito prenotazionedecodertv; telefonica, contattando il numero verde 800.776.883, attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18; fisica, presentandosi all’ufficio postale più vicino con codice fiscale/carta di identità.

INPS e Agenzia delle Entrate effettueranno comunque un controllo tramite la propria banca dati per verificare che chi presenta la domanda ne abbia effettivamente diritto.