Psicologo di base: spunta la nuova figura a sostegno tempestivo e gratuito per tutte le età

Avere la necessità di un supporto quando si vive un momento difficile può essere provvidenziale, ma a volte si tende a rimandare per la spesa che è necessario sostenere. È da questa idea che ora si è deciso di istituire lo psicologo di base.

È capitato a tutti, e magari anche in più di un’occasione, di avere un momento difficile nella propria vita e di non sapere come uscirne. Anche avere vicino una persona cara a volte può non essere sufficiente, nemmeno per chi si ritiene, almeno apparentemente, forte indistruttibile.

psicologo
Foto | PIxabay

Anzi, per chi si trova in questa situazione chiedere aiuto può quasi sembrare un disonore perché è la dimostrazione di non essere in grado di risolvere autonomamente un problema.

Questo modo di ragionare è però totalmente sbagliato, mentre in realtà dovrebbe esserci la consapevolezza di come appoggiarsi a qualcuno possa essere provvidenziale.

In alcuni casi, però, a fare da freno a questa idea è la necessità di sostenere una spesa, specialmente in un periodo come quello attuale già difficile per molte famiglie. Ed è proprio per questo che si è deciso di lanciare un’iniziativa che potrà essere apprezzata da molti. Sarà disponibile lo psicologo di base, in modo tale da offrire un supporto psicologico tempestivo, ma soprattutto gratuito.

In arrivo lo psicologo di base: un aiuto importante per tutti

La pandemia e le misure restrittive che siamo stati costretti ad adottare hanno portato molte persone ad avere problemi anche sul piano psicologico. La situazione è stata ancora più problematica per chi viveva già una situazione difficile in famiglia: dover convivere necessariamente 24 ore su 24 ha così aumentato i casi di stress ed ansia.

Ed è da questo concetto, ma anche dal periodo difficile che si trovano a vivere molti giovani, che è nata l’idea dello psicologo di base.

Non si tratta comunque, è bene precisarlo, di una prima volta assoluta nel nostro Paese. Un servizio simile, infatti, esiste già da qualche tempo in Campania.

Il supporto sarà disponibile in maniera assolutamente gratuita e per tutte le fasce d’età, ma con un’attenzione particolare a giovani e adolescenti. Chi ritiene di averne bisogno potrà farlo in maniera autonoma o grazie al suggerimento del medico di base, che resterà comunque un riferimento per ogni famiglia.

Il professionista opererà a tempo pieno in ogni Casa di comunità (le nuove strutture di sanità territoriale finanziate con i fondi del Pnrr).

depressione psicologo
Foto | Pixabay

Il progetto punta a diventare continuativa, come ha sottolineato Simona Tironi, vice presidente della Commissione sanità lombarda: “Lo psicologo di base sarà totalmente integrato nel nostro sistema sanitario regionale. I dati che abbiamo osservato sono preoccupanti, sono in tanti a soffrire di disturbi comportamentali, stress e ansia. Il servizio sarà continuativo nel tempo, per questo abbiamo chiesto 12 milioni di euro all’anno per i prossimi tre anni”.

Testimonial dell’iniziativa è Aurora Ramazzotti, che da tempo si occupa sui suoi profili social di sottolineare quanto sia importante salvaguardare la salute mentale di giovani e non solo. In autunno è prevista l’approvazione finale da parte del Consiglio della regione Lombardia, sperando che a seguire se ne occuperanno anche tutte le altre regioni.