Una buona notizia per chi ha degli animali domestici: 550 euro per tutti | Ecco come richiederli

Soprattutto durante il lockdown del 2020, ci hanno aiutato a sentirci meno soli e a superare quel drammatico periodo di chiusure

Per chiunque ne abbia uno, diventa a tutti gli effetti un membro della famiglia. Quindi, consideriamo giusta la misura di cui vi parliamo oggi. Chi ha un animale domestico, infatti, potrà ottenere dei soldi dallo Stato. Ecco come.

Bonus animali domestici (web source) 2.5.2022 direttanews.it
Bonus animali domestici (web source)

D’altra parte, in tempo di pandemia, i bonus sono arrivati per qualsiasi cosa. Dalle derrate alimentari ai monopattini, passando per le zanzariere. Poi è arrivata la crisi energetica. E adesso, da oltre due mesi, anche la guerra in Ucraina, scatenata dalla Russia di Vladimir Putin.

Insomma, i bonus stanziati dal Governo italiano si sono moltiplicati e si moltiplicano. Questo che riguarda i nostri amici a quattro zampe è, però, forse uno dei più giusti e sensati. Anche perché, soprattutto durante il lockdown del 2020, ci hanno aiutato a sentirci meno soli e a superare quel drammatico periodo di chiusure.

Il bonus è stato confermato nella Legge di Bilancio 2022 e riguarda chi possiede animali domestici o impiegati in pratica sportiva a condizione che siano stati acquistati e detenuti legalmente. Ecco come poterlo ottenere.

Il bonus animali: in cosa consiste e come ottenerlo

Si tratta di una detrazione fiscale che ha almeno una duplice valenza. Ovviamente quella del vantaggio economico. Ma anche l’obiettivo di contrastare il randagismo, che in alcune realtà è tuttora una piaga. E quindi incentivare le adozioni dei tanti animali, soprattutto cani, presenti nelle strutture comunali sparse sul territorio nazionale.

I requisiti per ottenere il bonus non sono particolarmente stringenti. Per esempio, non vi è nulla di specificato per quanto concerne l’Isee. L’importante è avere la tutela legale sull’animale che, ovviamente, dev’essere detenuto legalmente. I documenti da presentare, quindi, sono l’iscrizione all’anagrafe canina e l’inserimento del microchip, che va dimostrato con la fattura che prova l’acquisto.

Bonus animali domestici (web source) 2.5.2022 direttanews.it 2
Bonus animali domestici (web source)

Dicevamo, quindi, che il bonus non fa entrare denaro liquido nelle tasche del proprietario dell’animale domestico. Ma è comunque un’utile sgravio fiscale. Si può infatti detrarre la percentuale del 19% di alcune spese che si sostengono per gli animali domestici, nel limite massimo di 550 euro. Ecco una novità, dato che prima la somma era fissata a 500 euro.

Ovviamente, le spese riconosciute sono quelle che riguardano la cura dell’animale domestico. Qualche esempio: dalle cure veterinarie agli interventi chirurgici, passando per l’acquisto di medicinali, ma anche le analisi di laboratorio.

Tutte le spese devono essere state effettuate con forme di pagamento tracciabili. Per ottenere il bonus animali è necessario compilare gli appositi campi dei modelli utilizzati per la dichiarazione dei redditi.

Per chi presenta il modello 730, le spese veterinarie vanno indicate all’interno della sezione I, rigo da E8 a E10 “Altre spese”. Il codice è il “29” per le spese veterinarie sostenute per la cura di animali legalmente detenuti per compagnia o per pratica sportiva. Nel modello Redditi invece le spese per cani e gatti devono essere indicate nei righi da RP8 a RP13. Anche in questo caso il Codice da utilizzare è il “29”.