Banche italiane, stanno chiudendo migliaia di filiali | Il fenomeno che preoccupa i risparmiatori

Nell’ultimo periodo hanno chiuso quasi 5000 filiali di banca e il trend sembra essere vertiginosamente in aumento. La caccia agli sportelli bancari è diffusa su tutto lo stivale anche se con qualche differenza regionale.

È un evento sul quale l’Osservatorio sul terziario di manager Italia sta cercando di porre l’accento. Il sistema bancario italiano sta attraversando un periodo di drastico cambiamento che ha portato ad abbassare la serranda di migliaia di sportelli bancari.

Migliaia di filiali chiudono(fonte web)
Migliaia di filiali chiudono(fonte web)

Sono più di 4900 i comuni che non hanno neanche una banca nel loro territorio. La situazione è marcata soprattutto nell’Italia meridionale con una particolare attenzione alla Calabria che possiede 18 sedi di banca per ogni 100.000 abitanti.

Chiusura delle filiali di banca, un fenomeno che interessa tutta l’Italia

Al Sud la presenza fisica degli istituti era già molto bassa, ma nell’ultimo periodo anche in tutta Italia si è registrata la diminuzione significativa della presenza degli sportelli fisici.

A preoccupare, infatti, c’è anche il Piemonte che all’interno del suo vasto territorio ha solo il 40% dei comuni con almeno un istituto bancario. La riduzione della presenza di filiali di banca è una conseguenza anche del costo del credito in continuo aumento.

Le banche, infatti, valutano la possibilità di aprire gli sportelli in base all’attività economica delle imprese territoriali. Ecco perché al Nord c’è un numero maggiore di istituti rispetto al Sud che risente in maniera più dura della crisi economica.

Questa situazione ha portato l’aumento netto dei costi di finanziamento del credito. Il costo dei prestiti per esigenze di liquidità al Nord e al centro è più basso di quasi la metà rispetto al costo del credito del Sud che arriva fino al 7%.

La causa delle chiusure è da riportare anche allo sviluppo dell’home-banking

Ma il motivo cardine che ha spinto i più grandi gruppi di istituti bancari a chiudere numerose filiali nel territorio nazionale è stato soprattutto l’avvento dell’internet banking. I cittadini stanno mostrando un notevole interesse verso l’operatività bancaria online.

La causa delle chiusure nell'avvento dell'Internet banking (fonte web)
La causa delle chiusure nell’avvento dell’Internet banking (fonte web)

Dal 2004 ai nostri anni il numero di utenti che si affida ai movimenti via Internet e cresciuto in modo smisurato. Sempre più persone preferiscono effettuare bonifici, versamenti, pagamenti di bollettini e stampe di estratti conto via web, evitando così lunghe attese e eccessivo spreco di carta. Si è passato da un 8% di popolazione che sfruttava l’home banking all’attuale 40%.

E’ una prassi, quella dell’home banking, che oltre che a facilitare la vita di tutti i giorni ha reso possibile il velocizzarsi di molte operazioni che prima richiedevano parecchio tempo. La conseguenza é certo quella della chiusura degli sportelli fisici, ma a fronte di questo c’è sicuramente una notevole convenienza sia a livello pratico che economico.