Nuova ordinanza: divieto di raccolta e ritiro immediato di questo prodotto | Attenzione alla provenienza

Ordinanza urgente che si è resa necessaria per via dei gravi danni alla salute che possono arrivare mangiando questo cibo

Si tratta di uno degli alimenti che, alcune regioni, hanno subito il maggior rincaro. Del resto, come ben sappiamo, in questo periodo sta salendo il costo quasi di qualsiasi cosa. Ora, però, arrivano ulteriori notizie che riguardano la salute. E, come è noto, con la salute non si scherza!

Ritiro prodotti (foto web)
Ritiro prodotti (foto web)

Come dicevamo, in alcune regioni soprattutto, i rincari stanno colpendo maggiormente le famiglie. Prendiamo, a titolo esemplificativo, il Veneto. Secondo l’Ufficio Studi di Confesercenti Veneto, nel settore di alloggi e della ristorazione è stato riscontrato un aumento medio dei prezzi di prodotti alimentari del 23,2%, causato dall’incremento dei prezzi delle materie prime e dei carburanti.

I prodotti che hanno subito maggiore aumento sono l’olio di semi (+73,6%), prodotti ittici (+41,1%), vongole (+45,6%), carne suino (+31,9%), Roast Beef (+29,5%), Pollo (+38,8%). E ci concentriamo proprio sulle vongole, che, come potete verificare, hanno avuto un aumento quasi della metà del costo complessivo.

Ma questa non è la notizia peggiore che riguarda il noto mollusco, molto prelibato soprattutto per quanto concerne i primi. Celeberrimi, nel periodo natalizio e in quello estivo, gli spaghetti alle vongole. Stando a quanto emerge, però, forse dovremo scordarci per un po’ questo piatto che fa impazzire molti italiani. Perché i recenti rilievi medico-scientifici avrebbero riscontrato la tossicità di questo mollusco. Facciamo, quindi, molta attenzione.

Pesca vietata

Addirittura si è reso necessario un provvedimento che vieta la pesca delle vongole. Qualcosa, quindi, che va a colpire pesantemente l’economia per tutelare la salute. E, allora, evidentemente, la situazione sembra essere molto seria. Ecco i motivi che hanno portato il divieto di pesca, che è in vigore da alcuni giorni.

Spaghetti alle vongole (foto web)
Spaghetti alle vongole (foto web)

L’Ausl Romagna ha infatti vietato la raccolta di vongole nella pialassa Baiona di Ravenna, a causa della presenza di Salmonella. Lo stop è in un’ordinanza del 4 maggio, ricevuta dal Comune ravennate che, ovviamente, si è dovuto adeguare alle disposizioni sanitarie, recependo a sua volta l’ordinanza.

La salmonellosi è una malattia infettiva che colpisce l’apparato digerente. Provocata dai batteri del genere Salmonella, viene trasmessa attraverso l’ingestione di cibi o bevande contaminate o per contatto e si manifesta prevalentemente con nausea, vomito, diarrea e dolori addominali.

Nel testo si dispone che gli operatori del settore alimentare che dal 26 aprile abbiano raccolto o commercializzato molluschi prelevati dalla pialassa Baiona attivino le procedure per il ritiro/richiamo dal mercato del prodotto stesso. L’ordinanza è stata inviata anche alle cooperative di pescatori e alla Polizia provinciale, deputata ai controlli in zona.

Si tratta, quindi, di un’ordinanza precipua su un determinato territorio, che è stata divulgata anche tramite una fitta campagna di informazione e volantinaggio. Ovviamente l’ordinanza è temporanea e staremo a vedere quanto durerà.